Contattaci

Comunicati BdS

Allineamento planetario e terremoti: nessuna relazione

Pubblicato

il

Da Giampaolo Giuliani a  Stefano Calandra. Le nuove mode antiscientifiche di non prevedere i terremoti

marco dimitri

Nei precedenti articoli avevo parlato di Giampaolo Giuliani ed i suoi metodi antiscientifici, i suoi fallimenti tra terremoti previsti e mai accaduti e terremoti accaduti e mai previsti. Avevo inoltre messo in evidenza che il suo sistema non è in grado di misurare radon ma solamente rumore termico. L’articolo vi invito a leggerlo perchè interessante e condito da riscontri scientifici.

Nel panorama mediatico, soprattutto in quello dove le informazioni scientifiche sono molto carenti, appare una nuova figura, quella di Stefano Calandra. A differenza di Giuliani però Stefano Calandra si preoccupa di avvisare che il suo sistema di “previsione” dei terremoti è antiscientifico. Forse per proteggersi da denunce per procurato allarme o semplicemente per deontologia personale, comunque lo dice e di questo bisogna prenderne atto. Nessuno impedisce ad una persona di spaziare nelle ipotesi più oniriche alla ricerca di un sistema per prevedere i terremoti.

Tuttavia molti lettori carenti di informazioni scientifiche, danno credito e diffondono teoremi che sono non solo discutibili ma che vanno contro le leggi più elementari della fisica. Onde evitare un’onda disinformativa e per salvaguardare la logica bisogna assolutamente isolare l’illogico e l’antiscientifico nel contesto privato, almeno finché non vi siano elementi di causa effetto ripetibili e quindi che  possano adempiere al metodo scientifico.

Il sig. Stefano Calandra ha ipotizzato un terremoto di una certa entità mettendo come data il 28 ottobre 2016. Il terremoto, secondo lui, avrebbe colpito il centro Italia. La sua ipotesi si basa sull’allineamento planetario, peccato che in fisica l’attrazione gravitazionale dei pianeti, anche sommati tra di loro rispetto alla Terra è pari a nulla, è totalmente ininfluente a differenza della Luna che, come tutti sappiamo, ha un’attrazione gravitazionale precisa in grado di dominare le maree.

Quindi per fisica è impossibile che l’allineamento dei pianeti possa causare terremoti. Sarebbe bello se fosse così, i terremoti sarebbero già previsti da centinaia di anni.

Il sig. Stefano Calandra ha quindi sbagliato la data visto che l’ultimo dei tanti sismi che affliggono l’Italia si è verificato in data 26 ottobre 2016. La zona ipotizzata riguarda il centro Italia, quindi una zona purtroppo di per se molto ampia e di grande pericolosità sismica. Tuttavia, anche se avesse centrato la data, per escludere la “previsione” da una coincidenza bisogna che “indovini” terremoti in modo continuo e ripetitivo. Non è sufficiente infatti dire “ci sarà un terremoto al centro Italia” per assumere un valore scientifico.

Nel dettaglio vediamo la sua “previsione”:

 

 

BOLLETTINO 26/10/2016.
ORARI DI PROBABILI PICCHI SISMICI IN ITALIA ED AREA MEDITERRANEA 26-28/10/2016 – AGGIORNAMENTO:

INCREMENTO RISCHIO SISMICO PER SERA-NOTTE DEL 26/10!?

Avvertenza
“Queste previsioni costituiscono solo delle ipotesi pseudo-scientifiche, derivanti da un modello teorico troppo giovane per essere comprovato al 100%. Sebbene, finora, da quando è stato utilizzato (28 agosto 2016) le previsioni del modello teorico si siano verificate per oltre il 70% delle previsioni.

L’intento di questo nostro lavoro è di rendere le persone capaci di fare queste previsioni anche da sé, per l’incolumità personale, imparando ad utilizzare il modello esattamente come stiamo facendo noi….

Gli allineamenti planetari quando si realizzano interessano zone della Terra che vanno dalla Spagna alla Russia, per dire, magari a determinate latitudini ma por sempre in longitudine in un’area vasta così…

Quindi è impossibile dare una previsione anche a solo 100 chilometri di raggio… Per farlo ci vogliono i rivelatori Radon di Giuliani o la mappa delle previsioni del rischio sismico, che trovate a questo link:
http://www.6aprile.it/conoscere-i-te…i-10-anni.html

Inoltre, per capire se da noi in Italia potrà succedere un sisma nelle prossime ore, guardate questo link: http://m.emsc.eu/earthquake/map_latest.php

Se nelle 3-24 ore ore precedenti ci sono stati sismi rilevanti in Grecia o Turchia,
a mio modesto avviso allora potrebbe essere a rischio alla stessa latitudine di quel sisma anche l’Italia, con circa 1° Richter in meno di picco sismico.

Cercate di capire che non sono un cartomante, un mago o un imbonitore… Qui si sta cercando di fare Ricerca in maniera seria, pur senza gli strumenti scientifici classici, ma proprio per questo stiamo pubblicando i risultati in un GRUPPO DI STUDIO, NON È UN MEDIA.

Lo dico per evitare fraintendimenti, false aspettative e strumentalizzazioni!

C’è un allineamento planetario con influenze gravitazionali non su uno spazio ristretto, ma in un’area geografica intera, dicevo.

Non è detto quindi che l’Italia venga colpita: magari viene colpita la Grecia… Ma le date sono quelle… in quelle date capiterà qualcosa di importante in Mediterraneo…

Preciso infine, che dedico quanto del mio tempo posso ogni giorno a questa attività di previsione, ma tenete conto che la mia vita lavorativa è tutta in un altro settore e fintanto che avrò pochi mezzi e le istituzioni non ci ascoltano, con il poco tempo a disposizione, le mie previsioni purtroppo non potranno essere frequenti negli aggiornamenti e non potranno fornire GARANZIA di essere affidabili. Anche solo per la mia mancanza di tempo o imperizia di interpretare correttamente il modello teorico. Lo dico per onestà intellettuale ed a scanso di equivoci.”

——————————————
AGGIORNAMENTO – INCREMENTO RISCHIO SISMICO

In base al modello teorico per la serata e nottata del 26/10, A partire dalle ore 17:30, si raccomanda un’attenzione particolare perché alcuni parametri fanno pensare a un possibile evento sismico di un certo rilievo in AREA MEDITERRANEA.

PREVISIONE
26/10 sera-notte
Infatti l’affollamento di coincidenze di pianeti in linea a 0° di scarto, BEN 10 come numero di eventi, sia in altitudine che in azimut, risultante dalla sequenza già pubblicata nel precedente bollettino (e che evidenziamo di nuovo qui in allegato con CIRCOLETTO ROSSO), essendo una situazione mai vista prima da tutti i nostri rilevamenti, fa pensare ad un potenziale rischio sismico molto alto, quasi massimo, da quel 24/08 del terremoto di Amatrice in poi.

27/10 sera-notte, 28/10 mattina.
SI INCREMENTA RAGGIUNGENDO IL NUMERO MASSIMO, l’affollamento di coincidenze di pianeti in linea a 0° di scarto, BEN 13 come numero di eventi, sia in altitudine che in azimut, risultante dalla sequenza già pubblicata nel precedente bollettino (e che evidenziamo di nuovo qui in allegato con CIRCOLETTO AZZURRO), essendo una situazione mai vista prima da tutti i nostri rilevamenti, fa pensare ad un POTENZIALE RISCHIO SISMICO MASSIMO da Amatrice in poi.

EVIDENZE TRASCORSE
25/10 FIRENZE
Evidenziamo anche con un CIRCOLETTO GIALLO la situazione di scarto azimutale e di altitudine in corrispondenza del picco sismico di 3.9 che si è manifestato vicino a FIRENZE ieri sera: in una fascia oraria simile gli scarti a zero erano solo 4!

24/08 AMATRICE
Evidenziamo anche con un CIRCOLETTO ROSSO la situazione di scarto azimutale e di altitudine in corrispondenza del picco sismico di 6.0 che si è manifestato AD AMATRICE il 24/08/2016 intorno all’orario in cui avvenne (h. 3:36): gli scarti a zero erano solo 5!
E prima e dopo quell’ora ad Amatrice non avvenne PIÙ una serie così numerosa di zeri.

Vi garantisco che non posso dire pubblicamente di più sulla portata di queste affermazioni, lascio a voi tutti giudicare ciascuno secondo la propria sensibilità, mancando dati storici deterministici di riferimento sufficienti a dare pubblicamente certezza all’evento.

La mia personale impressione è che siamo di fronte ad un evento eccezionale dal punto di vista dell’esattezza e perfezione degli allineamenti planetari: su una scala così vasta come il sistema solare, vedere allineamenti a zero doppi è come tirare una linea retta fra questi pianeti e la Terra…..

Molto di voi sono in grado ora di calcolare autonomamente sulla propria posizione di longitudine e latitudine il rischio sismico derivante da queste affermazioni, a seguito degli insegnamenti da noi ricevuti negli ultimi giorni…

Per quanto riguarda il rischio sismico per località vi allego ulteriormente le piantine dei sismi avvenuti in tutta Italia negli ultimi 20 giorni, con la leggenda dei simboli perché ognuno possa farsi un’idea personale. La fonte è quella ufficiale dell’INGV.

Oppure consultate la mappa del rischio sismico: http://www.6aprile.it/conoscere-i-te…i-10-anni.html.

PREVISIONE PER AREA MEDITERRANEA E ITALIA
Non riusciamo a determinare i gradi Richter dei picchi sismici che dovrebbero verificarsi in corrispondenza degli orari sotto descritti, per mancanza di una strumentazione adeguata.

Ad ogni orario indicato sotto potrebbe essere associato un picco sismico in AREA MEDITERRANEA. Indico orario e causa.

Allineamenti:
Giove Luna Terra
Saturno Venere Terra
Mercurio sole Terra

Effetti fino a fine mese almeno. Ma sto studiando le sequenze… In un prossimo bollettino potrò dire cosa succederà nei giorni successivi al 28/10.

ALLEGATO: LA SEQUENZA DEL RISCHIO SISMICO, CON GLI SCARTI AZIMUTALI E DI ALTITUDINE OGNI 6 ORE DEI PIANETI IN ALLINEAMENTO.
Sull’asse delle ordinate trovate lo scarto azimutale e di altitudine dei pianeti, in ascissa le ore ed i giorni di riferimento.
Nelle caselline Excel trovate gli scarti espressi in numeri riferiti, per ogni riga, ad uno specifico allineamento.

NB. PERUGIA È SOLO UN ESEMPIO, LE LOCALITÀ INTERESSATE SONO TUTTE QUELLE A RISCHIO IN AREA MEDITERRANEA!

————–

ORARI DI MAGGIORE RISCHIO SISMICO:

26-27/10
QUASI MASSIMO RISCHIO SISMICO
a causa di 10 sequenze successive di scarto azimutali e di altitudine a zero tra:
h. 17:30-23:59 del 26/10, con luna in AQ2.
h. 00:00-10:30 del 27/10, con luna in AQ1.

27/10
MASSIMO RISCHIO SISMICO
Incremento ulteriore del rischio sismico per allineamento dei pianeti descritto oramai perfetto.
Massimo rischio del periodo di ottobre a causa di Luna in AQ2 a partire dalle ore 22:00.
h. 00:00-10:30 con luna in AQ1
h. 17:30-23:59, con luna in AQ2 massimo rischio del periodo di ottobre.

28/10
MASSIMO RISCHIO SISMICO
Ultimo incremento del rischio sismico per allineamento dei pianeti descritto oramai perfetto. Massimo rischio del periodo di ottobre a causa di Luna in AQ2 a partire dalle ore 22:00.
h. 00:00-17:30 con luna in AQ1 alle h. 11:30, massimo rischio del periodo di ottobre.
h. 17:30-5:30 del 29/10, con luna in AQ2 alle h. 23:30. Rischio alto, in decremento.

FINE COMUNICATO.

Nota:
Vi preghiamo di non scriverci in privato se non per domande veramente importanti. Non abbiamo nessun tipo di informazioni più precise di questa al momento! Se ne avremo le pubblicheremo, grazie!

Salute a tutti.

S. CALANDRA
S. GAGLIARDI

Bene, sintetizzando il testo il risultato è : “Salve faccio ricerca non scientifica e senza mezzi scientifici. Per fede  credo che i pianeti centrino qualcosa coi terremoti, se si allineano c’è un terremoto da qualche parte nel mondo. Si ce ne sono tutti i giorni di terremoti ma chi se ne importa di questo?  Forse in Italia, forse in Grecia, forse altrove ci sarà un terremoto! Non conosco la zona precisa perchè servirebbe l’antiscientifica macchina di Giuliani che non prevede nulla se non rumore termico. Non abbiamo molti mezzi ecco perchè… Magari qualcuno si impietosisce no?”

Ecco, se voi al contrario di me ci vedete una previsione sismica, complimenti, avete tanta ma tanta fantasia.  Quindi non mi pare ci sia alcuna “previsione” centrata, tantomeno i pianeti sono stati la causa del terremoto di Amatrice (tra l’altro NON previsto da Giampaolo Giuliani il cui primo comunicato è stato rilasciato IL GIORNO DOPO che il terremoto di Amatrice era accaduto e quando sotto le macerie c’erano 300 cittadini).

I terremoti sono una cosa seria, l’unico strumento idoneo alla salvaguardia, oltre alla messa in sicurezza delle abitazioni,  è la scienza. La diffusione incontrollata di questi metodi frena il decorso scientifico, la scienza rimane spesso priva di fondi perchè la gente, per disinformazione, continua a dare credito a delle amenità. Altra cosa da tenere in considerazione, il rischio sismico è costante non incrementa o diminuisce in base ai giorni o allo zodiaco o alla posizione dei pianeti.

Purtroppo c’è il cattivo vizio di molte persone di trasformarsi in “veggenti”, sembra una nuova moda, all’improvviso l’imbianchino, il salumiere o chi per essi si trasformano in previsori di terremoti abbozzando teoremi contrari ad ogni regola fisica.

Il danno inizia a diventare di spessore rilevante perchè, anche se il sedicente ricercatore  afferma di essere in buona fede e di non rispettare i canoni scientifici, la gente continua a condividere  le ipotesi ed a creare gruppi con tanto di leader col solo scopo di evidenziare un inesistente complottismo e mettere sul rogo la scienza, ennesimamente.

Bisogna anche fare attenzione alla tipologia di utenza che condivide queste assurdità, sono spesso e malvolentieri persone che condividono bufale come quella dell’ INGV che abbassa il valore della magnitudo sotto a 6 così lo stato non paga i danni! Come se i danni evidenti di un sisma si calcolassero in magnitudo! Sono le stesse persone che non conoscono il meccanismo del movimento delle placche e danno la colpa dei terremoti alle trivelle, sono le stesse persone che ipotizzano che i militari abbiano macchine fantastiche in grado di provocare terremoti e cambiamenti climatici.

Un libro di scienze ogni tanto possiamo aprirlo, dai…. adesso sono anche virtuali!

Per quanto riguarda Giampaolo Giuliani ecco cosa scrive il giorno prima del terremoto, come si vede dalla foto è il 25 ottobre 2016 e col suo sistema con cui afferma di prevedere i terremoti dichiara che la situazione sismica ha solo qualche replica come nelle 24 ore precedenti. Quindi una situazione  nella norma e piuttosto tranquilla. Invece il giorno dopo, il centro Italia è stato investito da un violento terremoto di poco inferiore a Magnitudo 6…

Giampaolo GiulianiAvete letto? Ecco, che non si dica che questo signore prevede i terremoti, al contrario riesce addirittura a confondere le persone a digiuno su un  argomento tanto serio come il terremoto  che può mettere a rischio la vita delle persone.





Licenza Creative Commons



Detective presso Computer Crime Research Center. Investigazioni Roma. Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Seminario Analisi del Crimine Violento Università di Roma

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Per commentare puoi anche connetterti tramite:



Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comunicati BdS

L’astrologo Stefano Calandra lascia, finalmente, le “previsioni sismiche”

Abbastanza famoso per le sue “previsioni” sismiche in base all’ allineamento dei pianeti, lascia l’attività. Un bel giorno per la scienza

Pubblicato

il

Ongi tanto una buona notizia, specialmente quando qualcuno che fa leva sul panico sociale inventando “previsioni sismiche” a puro scopo di attirare disinformati proseliti, lascia l’ attività.

marco dimitri

Avevo già scritto qualche articolo su Stefano Calandra e sul suo metodo di “prevedere” i terremoti in base agli allineamenti planetari. L’attrazione gravitazionale dei pianeti  è da lungo tempo smentita dalla scienza. I pianeti, anche allineati, hanno un effetto praticamente ininfluente sulla crosta terrestre. Di recente anche la sola Luna è stata esclusa come pertinente causa dei terremoti.

Purtroppo di questi santoni terremotari  ne sbucano come funghi, il perchè è abbastanza semplice: i terremoti non si prevedono fino a prova contraria. Questi santoni affermano di avere in mano un metodo per conoscere in anticipo l’arrivo, o meno, di un sisma… Il metodo però va perfezionato, quindi chiedono donazioni, tesseramenti e via dicendo.

Inutile dire che in gioco c’è la vita dei cittadini, delle persone a digiuno di geologia e che si fidano ciecamente di questi santoni, anche per paura di vivere o rivivere la terribile esperienza di un sisma.

Ci provò Raffaele Bendandi senza ottenere successo. Pianeti e terremoti terrestri non hanno mai dimostrato alcuna relazione.

Su Stefano Calandra scrissi qualche articolo, “Quel ragazzo mi odia” replicò e mi bloccò su Facebook.

Questi gli articoli che scrissi, tengo a precisare che non odio Stefano Calandra, odio lo sfruttamento della paura della gente:

La bufala dei terremoti previsti da Stefano Calandra

Mestiere “terremotaro”

Santoni, sétte, previsioni dei terremoti, abusi

Allineamento planetario e terremoti: nessuna relazione

La notizia della chiusura attività di Stefano Calandra è stata appresa con gioia dagli amanti della scienza:

 

Spero vivamente che la disinformazione scientifica venga proprio debellata, ad iniziare dai social network.

Marco Dimitri





Licenza Creative Commons



Continua a leggere

Comunicati BdS

Legge 194, il comune di Genova censura ma il TAR gli da torto

L’Uaar vince il ricorso al Tar contro il comune di Genova per la campagna “Non affidarti al caso”

Pubblicato

il

il Sindaco di Genova Bucci

Avevo scritto un articolo intitolato ironicamente “Solidarietà al Comune di Genova per avere censurato un’iniziativa dell’UAAR: “ “Testa o croce? Non affidarti al caso”” “.  Infatti il Comune di Genova si era comportato come un organo di censura di stile fanatico – religioso.

marco dimitri

Il punto focale è la legge 194 sull’aborto. Il Comune di Genova  ha di fatto censurato l’iniziativa col pretesto del “sentimento religioso” l’argomento “aborto” può risultare offensivo per la religione. In pratica puro medioevo, la religione tappa la bocca ai diritti fondamentali, alla laicità, all’informazione libera. L’UAAR, a seguito della censura fece ricorso al TAR ed è con piacere apprendere che, in data 4 marzo 2019 il tribunale gli dato ragione.

Questo il comunicato rilasciato dell’UAAR:

L’Uaar vince il ricorso al Tar contro il comune di Genova per la campagna “Non affidarti al caso”

Con sentenza pubblicata oggi, 4 marzo, il Tar della Liguria ha accolto il ricorso presentato dall’Uaar contro la delibera del Comune di Genova che ha impedito le affissioni della campagna “Testa o croce? Non affidarti al caso” mirante a sensibilizzare l’opinione pubblica circa la scelta dei propri medici.«Accogliamo questa notizia con grande soddisfazione», ha commentato Adele Orioli, segretaria dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, «e sin da subito ci metteremo al lavoro per tappezzare Genova di manifesti. Sarà un’occasione che certo non ci faremo sfuggire per continuare a difendere i diritti di tutte e tutti»: «La questione dell’obiezione di coscienza del personale medico — al centro della nostra campagna — è infatti di grande importanza e attualità: basti pensare ai numeri relativi all’obiezione di coscienza all’interruzione volontaria di gravidanza che si confermano anche per l’ultima annata disponibile (il 2017) alti a livello nazionale — 68,4% dei ginecologi e 45,6% degli anestesisti — e altissimi in alcune regioni: come in Molise dove i ginecologi obiettori sono il 96.4% o in Basilicata dove sono l’88%; ma anche a Bolzano dove è obiettore l’85% dei ginecologi e il 63.3% degli anestesisti».

La campagna “Testa o croce? Non affidarti al caso” ha campeggiato negli ultimi mesi su manifesti sparsi su tutto il territorio nazionale (da Bologna a Ragusa, da Ravenna a Savona, da Palermo a Biella, da Cagliari ad Ancona). Tutto o quasi. Il Comune di Genova ha infatti rifiutato le affissioni adducendo come motivazione «una possibile violazione di norme vigenti in riferimento alla protezione della coscienza individuale» e «al rispetto e tutela dovuti a ogni confessione religiosa». Delibera contro la quale l’Uaar il 28 gennaio scorso ha presentato il ricorso in questione.

«Le motivazioni addotte dal Comune per rifiutare la nostra campagna erano a nostro giudizio completamente infondate — prosegue Orioli — tanto più se pensiamo che solo pochi mesi fa, di fronte alle proteste per un maxi-poster antiabortista, il sindaco ha invocato il principio di libertà di pensiero ed espressione. Non possiamo che gioire del fatto che il Tar abbia riconosciuto la fondatezza delle nostre posizioni».

UAAR





Licenza Creative Commons



Continua a leggere

Comunicati BdS

Le religioni? Vendono tutte lo stesso prodotto. L’acquirente? L’ignoranza

Il santone Alpha Lukau mette in scena una ” resurrezione ” e si prende una querela. Tuttavia non c’è molta differenza dai “miracoli” che vengono spacciati come eventi reali da sette come la Chiesa Cattolica

Pubblicato

il

Un video sta facendo il giro del web, è diventato addirittura virale. Il contenuto mostra come un santone resusciti dalla morte un uomo, facendolo addirittura uscire dalla bara.

marco dimitri

Il video della “resurrezione” ovviamente è una messa in scena recitata pure male. Quello che inquieta è la moltitudine di persone che crede vera questa “resurrezione”

IL VIDEO

Non mancano le risate degli utenti visitatori, anzi… l’AMC col suo “the Walking Dead” riesce ancora a stupirci.

Se pensiamo che la “resurrezione” sia un fenomeno limitato ci sbagliamo. Tutto il cattolicesimo è proprio basato su quest’ultima.  Secondo la Chiesa Cattolica è risorto Lazzaro, è risorto Gesù, risorgeranno i vivi ed i morti alla fine dei tempi.

Nel frattempo impongono il crocifisso nelle scuole e nei luoghi pubblici, rappresentazione dell’uomo sofferente ma allo stesso tempo consapevole di risorgere.

Altri “miracoli” ci circondano fino a farci domandare “Perchè certe persone sono così libere di prenderci per il…”

Il sentimento religioso è qualcosa di privato, ma… vediamo la liquefazione del sangue di San Gennaro.

il nostro Paese laico è composto da ministri che credono ad idiozie simili a quelle proposte nel video della falsa resurrezione.  Se la nostra cultura è quella che ci impongono con la teocrazia una speranza di evoluzione scientifica passa solo attraverso un cambiamento di governo.

Malati che vanno a Lourdes perchè la scienza non ha i fondi per una ricerca in grado di sanarli. Ovviamente non risulta ad oggi in letteratura un miracolo che sia uno.

Idem per il santuario di Medjugorje dove addirittura apparirebbe la Madonna ed il Sole si metterebbe a danzare e pulsare.

Tornando al video il santone Alpha Lukau si è preso una querela molto più concreta che la sua buffonata.

L’agenzia di onoranze funebri “kings and Queens Funeral Services” ha intrapreso un’azione legale contro i responsabili della “presunta resurrezione”, nel prendere le distanze dall’accaduto, l’agenzia specifica di essere stata contattata dal santone “dopo una disputa con una differente compagnia di onoranze funebri”. In sostanza la “kings and Queens Funeral Services” si è limitata al trasporto della bara.

La bara non è stata fornita dalla “kings and Queens Funeral Services” la quale si è limitata a fornire l’auto funebre. Questo fa logicamente pensare che la bara fosse sistemata in maniera da lasciare al finto cadavere la possibilità di respirare.

Marco Dimitri

Correlati:





Licenza Creative Commons



 

 

Continua a leggere

Chi Siamo

Dicono di noi

4 star review  Da seguire !! Un analisi lucida e assolutamente razionale sui fatti scomodi alla chiesa che come sempre i media non hanno il coraggio di divulgare .

thumb Fabio Gabardi
1/03/2018

Facebook

Ultimi commenti

I più letti