Annamaria Franzoni, l’assassina del piccolo Samuele, torna a casa

«Dopo più di 12 anni non c’è il rischio che ripeta il figlicidio», assicura la perizia grazie alla quale l’assassina di Samuele viene rilasciata dopo sei anni in carcere.

franzoniAnnamaria Franzoni va ai domiciliari. Lo ha deciso il tribunale di Sorveglianza di Bologna, città nella quale la donna che ha ucciso il figlio Samuele nel 2002 era rinchiusa, accogliendo l’istanza della difesa.
Il collegio ha sciolto la riserva dopo l’udienza di martedì 24 giugno, dove era stata discussa la perizia psichiatrica del prof. Balloni, che aveva escluso il rischio di recidiva di figlicidio per la donna.
Franzoni sta scontando una condanna a 16 anni , da sei era in carcere.

Lascerà il penitenziario già nella giornata di giovedì. La donna però non potrà tornare a Cogne: i giudici infatti le proibiscono di mettere piede nel Comune della Val d’Aosta dove fu commesso l’omicidio e dove, molto probabilmente, la comunità non la gradirebbe vista l’estrema gravità del reato commesso ed i vari tentativi della famiglia Franzoni di svincolare la colpevolezza su vicini di casa, cittadini di Cogne ed addirittura a fantomatici riti satanici tanto da fare risultare Cogne come un paesino di psicotici assassini tranquillamente ignorati dalla Procura della Repubblica.
Come noto le indagini ricostruendo la scena del delitto evincono che la Franzoni indossava pigiama e ciabatte, ha agito con estrema ferocia colpendo il bambino più volte sulla testa, nessun DNA estraneo alla famiglia Franzoni fu rinvenuto sul luogo del delitto.  Matematicamente colpevole tanto da essere stata condannata nei vari gradi di giudizio.
Il sindaco di Cogne, Franco Allera, ha così commentato: «Non credo che i giudici abbiano tenuto in considerazione le nostre volontà, ma la decisione di vietarle il ritorno a Cogne di certo non ci dispiace. L’importante era che non venisse a scontare il resto della pena quassù. Per noi è una vicenda chiusa – ha aggiunto Allera – e prima la dimentichiamo e meglio è».

 

 

 

 

 

Categorie
ITALIA

Detective presso Computer Crime Research Center. Investigazioni Roma. Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Seminario Analisi del Crimine Violento Università di Roma
Nessun Commento

Replica al Commento

Per commentare come utente registrato puoi connetterti tramite:




*

*

Lista Siti fake
Preti Pedofili
Libere Donazioni
Ultimi Commenti

TI POTREBBE INTERESSARE