• Sale rosa dell’Himalaya? No grazie

    Il sale accompagna la nostra cucina da millenni e ogni italiano ha in cucina una o più confezioni di quei cristalli bianchi, di grandezza e forma variabile, che utilizziamo per insaporire i cibi e per molte altre applicazioni. Negli ultimi anni però si sono diffusi sul mercato anche sali...
  • Oltre un milione di persone muore per l’ inquinamento prodotto da un’altra parte del mondo

    La letteratura scientifica sul tema di salute e inquinamento è vastissima. Ma nessuno studio si era occupato, finora, di valutare l’impatto della cosiddetta globalizzazione delle emissioni, o anche inquinamento non locale, inteso come l’effetto del trasporto atmosferico degli inquinanti da una regione all’altra del mondo, cui contribuisce in gran...
  • In arrivo la pillola che inverte l’invecchiamento?

    Due significativi passi in avanti nelle terapie anti-invecchiamento in un sol colpo. Il primo si deve a un’équipe di ricercatori della University of New South Wales, in Australia, coordinata da David Sinclair, che, come racconta sulle pagine di Science, ha identificato i processi molecolari che consentono alle cellule di...
  • Perché i più alti non sono anche i più longevi?

    Un elefante vive in media dai 40 ai 75 anni, le balene possono arrivare a 110 anni, mentre un topo raramente supera i 12 mesi: i grandi mammiferi, è noto, sono più longevi di quelli piccoli. All’interno delle singole specie, però, la maggiore dimensione non è un vantaggio, al...
  • Cellule staminali, creato primo embrione artificiale di topo

    “Senza volare nella fantascienza ed immaginare chissà quali scenari, questo studio – dichiara  Carlo Alberto Redi, accademico dei Lincei e docente di biologia dello sviluppo presso l’Università di Pavia – realizza una delle promesse della biologia delle cellule staminali embrionali: portare in provetta la malattia e studiarne l’evolversi sin...
  • Il gusto per la carne delle piante carnivore

    Le piante carnivore hanno acquisito la capacità di catturare e digerire le loro prede grazie ad alcuni cambiamenti in enzimi che originariamente servivano per difendersi dall’aggressione dei parassiti. Questa modificazione è avvenuta in maniera indipendente in numerose piante evolutivamente distanti e sarebbe dovuta all’esigenza di compensare la carenza di...
  • C’è vita sugli esopianeti di Trappist-1?

    C’è poco da azzardare previsioni, almeno per ora. All’indomani del roboante annuncio, da parte della Nasa, della scoperta di un sistema extrasolare di sette esopianeti dalle dimensioni simili a quelle della Terra, è decisamente troppo presto per capire se e come tali pianeti possano supportare o ospitare la vita....
  • Modificare il dna umano: quali regole per gli scienziati?

    L’idea di dare vita a una razza superiore, a individui programmati per essere migliori o per adempiere a determinati compiti è solo lo spunto per una trama fantascientifica alla Gattaca o sarà davvero possibile in futuro creare in laboratorio esseri umani più sani, più forti, più intelligenti? I recenti...
  • 5 errori che facciamo sull’ evoluzione

    Il 12 febbraio è l’anniversario della nascita di Charles Darwin e, come ogni anno, la ricorrenza è l’occasione per riaffermare pubblicamente l’attualità degli studi e dell’insegnamento dell’evoluzione attraverso gli eventi Darwin Day. I Darwin Day italiani sono segnalati dal portale dell’evoluzione Pikaia, mentre il sito dell’International Darwin Day Foundation...