Bambini di Satana

PRETI PEDOFILI

Chiesa Usa voleva stop a legge pedofilia

La Chiesa pagò 2,1 milioni di dollari alcune società di lobbisti per fare rimuovere le normative che abolivano la prescrizione dei reati di pedofilia

mergono sempre di più i particolari raccapriccianti in merito agli abusi sessuali degli esponenti della Chiesa Cattolica nei confronti dei #bambini. L’ ANSA ed altre agenzie stampa in tutto il globo, riportano che, la Conferenza Episcopale della Chiesa Cattolica negli Stati Uniti, guidata dal cardinale arcivescovo di New York Timothy Dolan, ha pagato tra il 2007 ed il 2015 la cifra astronomica di 2,1 milioni di dollari ad alcune società di lobbisti con l’obiettivo di bloccare l’approvazione di una legge, “Child Victims Act”, e di altre misure che avrebbero reso più semplice per le vittime dei preti pedofili fare causa alla Chiesa Cattolica.

La stessa notizia appare sul tabloid New York Daily News citando documenti statali. Uno dei punti piuù osteggiati l’eliminazione della prescrizione per gli abusi sessuali su minori e l’apertura di una ‘finestra’ di un anno per le vittime che non possono più fare causa in base alla legge vigente.

chiesa

La Chiesa Cattolica, in sostanza, avrebbe pagato per fare rimuovere le leggi e le normative che negavano la prescrizione sui casi di #pedofilia. Non sono rari i casi in cui, leggi di parte, consentono ai preti pedofili l’opportunità di temporeggiare fino alla scadenza dei termini di reato ed evitare il carcere perchè, appunto, lo stesso reato viene prescritto.

Altre normative non costituiscono obbligo di denuncia dei reati di pedofilia di cui la Chiesa viene a conoscenza, vuoi per confidenze dei genitori dei bambini che spesso chiedono aiuto ai superiori del prete pedofilo, vuoi perchè gli stessi superiori (o viceversa) vengono a conoscenza di casi di pedofilia commessi da un “confratello”.

Il pagamento di 2,1 milioni di dollari sarebbe quindi servito alla Chiesa Cattolica per tenere nel segreto i casi di pedofilia avvenuti al suo interno e ad evitare il carcere con l’opportunità della prescrizione del reato per decorrenza dei termini.

C’è da domandarsi, di fronte a condanne ed evidenze di reato, se continuare a finanziare queste persone non implichi il cittadino in una forma di complicità nei reati di pedofilia.

 
  

Licenza Creative Commons

 

 

Condividi

3 Commenti

3 Comments

  1. Athos Biserna

    3 giugno 2016 at 16:51

    vi siete mai chiesti cos è la chiesa prima di blaterare senza aver pensato con la vostra testa.milioni di persone sono pro ed altrettante sono contro se fosse nel bene o nel maale una cosa chiara non ci sarebbe tanta disparita di idee.ragionate senza farvi raccontare nulla pensateci e magari leggete sia chi professa e chi è contro poi fatevi la vostra opinione. e mi fa rabbia che miliardi di persone parlino x sentito dire.

    • Marco Dimitri

      10 giugno 2016 at 15:51

      @Athos Biserna: Milioni di seguaci non significa che la religione si basi sul concreto. Ciò che è concreto ha milioni di riscontri sempre e comunque ripetibili. Ad oggi gli unici riscontri concreti sulle religioni sono quelli investigativi. I crimini esistono, Dio o chi per esso invece no, mai trovato traccia.

    • Andrea Pasciuta

      10 giugno 2016 at 16:09

      @Athos Biserna: Secondo il tuo commento se un gruppo numeroso di persone è favorevole nei riguardi di qualcosa allora automaticamente quella cosa diviene giusta, vorrei ricordare che moltissime persone sono favorevoli nei confronti dell’ideologia nazista, ciò dovrebbe rendere il nazismo una cosa giusta?

Replica al commento

Per commentare puoi anche connetterti tramite:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top