Database Italiano dei Preti Pedofili

Cerca nel Database

1 – Utilizza il campo di ricerca per trovare un nome

2 – Clicca sul cognome per aprire la scheda

Record Totali Trovati: 124, Visualizza 10 per pagina
CognomeNomeCittàProvinciaDiocesi
Abbiati Giuseppe Pavia PV Pavia
Agostini Andrea Bologna BO Bologna
Almanza Biagio Alberto Avezzano AQ Aquila
Anello Salvatore Palermo PA Palermo
Antonysamy David Teramo Te Teramo
Barbacini Giorgio Albisola SV Savona
Baresi Marco Brescia BS Brescia
Beatrice Vito Somasca LC Lecco
Bellato Marco Padova PD Padova
Bertagna Pierangelo Tortona AR Arezzo

Database coi nominativi dei preti condannati per pedofilia o coinvolti in reati sui minori pubblicamente noti.

Vogliate segnalarci eventuali errori nei contenuti e nelle specifiche delle casistiche:
Contatti

Se hai sospetti su un parroco ma non trovi il suo nominativo nel database, SE i tuoi sospetti ritieni siano fondati, rivolgiti alle forze dell’ordine, evita di rivolgerti alle strutture religiose in quanto terrebbero “in famiglia” l’accaduto.


PERCHE’ UN DATABASE?

Riteniamo che gli individui che ricoprono un ruolo sociale delicato ed approfittano di questo ruolo per porre violenza di natura sessuale sui bambini, debbano essere ben riconosciuti ed identificabili in maniera di potere tutelare l’incolumità dei ragazzi.

CRIMINI SUI MINORI

Abusi sessuali in Vaticano: i responsabili si difendono dopo aver insabbiato

Una difesa che però non spiega la sostanza dei fatti: un (presunto) #pedofilo ordinato sacerdote: una vittima della #pedofilia che abbandona il collegio e uno che denuncia messo alla porta. Una storia di omertà. Ma – e su questo papa Francesco dovrà fare molto molto molto lavoro – alla fine ognuno dà la colpa all’altro. E sentiamo il cardinale che si difende: “Non solo non ho insabbiato nulla ma ho ordinato ben tre indagini, raccomandando il massimo rigore nel compierle, dopo che avevo ricevuto una segnalazione anonima secondo cui al preseminario San Pio X accadevano cose brutte“. E’ quanto ha detto il cardinale Angelo Comastri, vicario del Papa per lo stato della Citta’ del Vaticano, in una dichiarazione domenica è

Abusi sessuali in Vaticano: i responsabili si difendono dopo aver insabbiato

Vaticano, inchiesta porta alla luce nuove violenze sui chierichetti

Città del Vaticano Il silenzio e l’omertà alla fine hanno lasciato spazio alle prime ammissioni. Sembra che le violenze sui chierichetti all’interno del Vaticano siano davvero avvenute. Ci sarebbe un nuovo e recente filone di indagini, come ha anticipato l’Ansa, condotto dalle autorità vaticane nell’ambito del preseminario San Pio X, il collegio situato a palazzo San Carlo, dentro le mura leonine, dove alloggiano i cosiddetti «chierichetti» del Papa. Tutti ragazzi minorenni. Le rivelazioni contenute nel libro di Gianluigi Nuzzi, inizialmente smentite con forza dal Vaticano, stanno portando alla luce uno spaccato inconfessabile. Che anche a cento metri da Santa Marta si sarebbero verificate vicende di rapporti omosessuali tra i ragazzi ospiti della struttura. I risultati delle indagini, ribaltano le conclusioni

Vaticano, inchiesta porta alla luce nuove violenze sui chierichetti

Pedofilia:condanna definitiva per Don Roberto Elice. Abusò di tre bimbi

PALERMO, 16 NOV – La Cassazione ha confermato la condanna a sei anni e quattro mesi di don Roberto Elice per aver abusato di tre ragazzini, che all’epoca dei fatti avevano 9, 11 e 13 anni. La Suprema Corte ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dai legali del religioso. I fatti risalgono ai primi mesi del 2014 quando era ancora parroco della chiesa di Maria Santissima Assunta di via Perpignano a Palermo. A scoprire degli abusi fu la madre di due fratellini che lo denunciò, dopo essere riuscita a farlo confessare in chat. A quel punto, la donna andò dagli investigatori raccontando le confidenze raccolte dai figli. Le vittime si sono costituite parte civile. Don Roberto li avrebbe molestati sessualmente

Pedofilia:condanna definitiva per Don Roberto Elice. Abusò di tre bimbi

Don Gabriele Martinelli è il prete accusato di abusi nel seminario minore in Vaticano

Sembra proprio lui, don Gabriele Martinelli il sacerdote accusato dalla trasmissione “LE IENE” nel servizio di Gaetano Pecoraro, di presunte molestie nel Preseminario San Pio X in Vaticano. Don Gabriele (come si evince anche dall’articolo de IL GIORNO di Sondrio a firma di Susanna Zambon) è nato a Chiavenna ma ha trascorso l’infanzia a Lanzo d’Intelvi per poi trasferirsi a Città del Vaticano dove ha frequentato il Preseminario San Pio X. Malgrado le accuse, non solo di molestie ma anche di aver utilizzato la propria posizione di potere per esercitare pressioni sulla presunta vittima, a luglio 2017 è stato ordinato sacerdote dal vescovo di Como Oscar Cantoni. Come riporta IL GIORNO, da giovedì scorso, quando «Le Iene» lo hanno raggiunto per tentare di intervistarlo, non

Don Gabriele Martinelli è il prete accusato di abusi nel seminario minore in Vaticano

Abusi in Vaticano/ Video, molestie agli ex chierichetti. nuove ‘insidie’ per Papa Francesco

Una insidia, una spina nel fianco per Papa Francesco e anche per il Papa emerito che più di tutti hanno combattuto e combattono l’orrendo fenomeno della pedofilia in Vaticano e nella Chiesa: i pedofili non sono solo i preti, come si vuole far credere in larga parte nella opinione pubblica, ma purtroppo ci sono dei preti pedofili e su questi bisogna lottare all’interno della Chiesa per debellare definitivamente l’infausto fenomeno. Le nuove accuse, che vanno però tutte ancora verificate, fatte dalle Iene nella puntata di ieri – qui sotto il video intero del servizio – portano di nuovo la “sfida” della pedofilia nella Chiesa ad un livello pubblico e di critica feroce: pochi giorni fa lo stesso Bergoglio aveva spiegato

Abusi in Vaticano/ Video, molestie agli ex chierichetti. nuove ‘insidie’ per Papa Francesco

Usa, identificati 8 preti pedofili a Brooklyn

La diocesi di Brooklyn ha identificato otto preti molestatori. Tra questi c’è anche un ex sacerdote, Jaime Lara, che, dopo aver lasciato la tonaca 25 anni fa, si è costruito un’illustre carriera come professore di studi medievali e rinascimentali. Lo ha reso noto oggi la diocesi sul suo sito online. Lara fu ridotto allo stato laicale per molestie sui #bambini . La decisione della diocesi di rendere pubblici i nomi risponde alle pressioni degli attivisti per i diritti delle vittime. Lo scandalo della #pedofilia del clero americano esplose nel 2002, quando il Boston Globe puntò i riflettori sull’insabbiamento operato dalla diocesi di Boston sotto l’allora arcivescovo, Cardinale Bernard Law, vicenda su cui si basa anche il film “Il caso Spotlight“.

Usa, identificati 8 preti pedofili a Brooklyn

A giudizio don Antonio Sapienza accusato di violenza sessuale ai danni di un 15enne

Si è svolta ieri presso il tribunale di Siracusa, l’udienza preliminare a carico di don Antonio Sapienza, un sacerdote 51enne della diocesi di Catania accusato di violenza sessuale ai danni di un 15enne. Nella vicenda è lo svolgimento dei fatti a disegnare un quadro inquietante e premeditato, che va ad aggravare l’atto della violenza sessuale. Il sacerdote, infatti, sarebbe arrivato ad usare violenza sul minore grazie ad un complice 25enne – che poi si scoprirà avere una relazione con lui – il quale aveva attirato presso la canonica lo sventurato 15enne che, successivamente, sotto la minaccia di un arma da taglio, era stato costretto a subire violenza sessuale dal sacerdote. Dopo la denuncia della presunta vittima alle autorità civili il

A giudizio don Antonio Sapienza accusato di violenza sessuale ai danni di un 15enne

Lecce, sacerdote indagato per violenza sessuale su una 14enne. I pm: “La madre sapeva”

Una ragazzina di 14 anni sarebbe stata violentata da un prete, nel silenzio della madre, che sarebbe stata al corrente degli abusi e non lo avrebbe denunciato. E’ gravissimo il quadro che emerge dall’inchiesta della Procura di Lecce sugli abusi subiti da un’adolescente di un paese della provincia di Lecce, che è stata recentemente allontanata dalla casa familiare per sottrarla a un clima di omertà che gli inquirenti ritengono pericoloso. Il prelato, invece, non è stato raggiunto da alcun provvedimento di sospensione dal servizio né tantomeno di trasferimento in un’altra parrocchia e, anzi, la Curia si è detta fiduciosa che il prosieguo degli accertamenti consentirà di scagionarlo. Allo stato l’uomo è indagato per violenza sessuale aggravata e la madre della

Lecce, sacerdote indagato per violenza sessuale su una 14enne. I pm: “La madre sapeva”