Don Mauro Inzoli condannato anche in appello, accusato di abusi sessuali su 5 ragazzini

L'ex sacerdote cremasco era un esponente di spicco di Comunione e Liberazione in Lombardia

Ridotta la pena a Mauro Inzoli, non più sacerdote da maggio 2017, accusato di abusi sessuali su cinque minorenni. L’uomo è stato condannato a quattro anni, sette mesi e dieci giorni di reclusione dalla corte d’appello di Brescia, due mesi in meno rispetto alla condanna del gup di Cremona in primo grado.

“Don Mercedes”, come era chiamato per la sua passione per le auto di lusso, è originario di Crema ed era esponente di spicco di Comunione e Liberazione in Lombardia. Gli abusi sono stati commessi tra il 2004 e il 2008 a cinque #ragazzini dai 12 ai 16 anni. All’epoca dei fatti, Inzoli era rettore del Liceo linguistico Shakespeare e parroco della Santissima Trinità a Crema.

Secondo le motivazioni della sentenza di primo grado, il #sacerdote avrebbe abusato del suo ruolo e in alcuni casi avrebbe “ammantato” le proprie condotte con un significato religioso, facendo riferimento ad alcuni passi del Vecchio Testamento.

Per coincidenza, la sentenza d’appello è stata pronunciata nello stesso giorno in cui Papa Francesco, nel discorso alla Pontificia Commissione per la tutela dei minori, ha promesso che non concederà la grazia ai preti colpevoli di #pedofilia .

IL CASO DON MAURO INZOLI

     
 
 

DATABASE PRETI PEDOFILI | DATABASE SITI FAKE | CHI SIAMO | ISCRIZIONI

 

Licenza Creative Commons

 

 

Crediti :

Milano Today

Categorie
CRIMINI VATICANI SUI MINORI

Detective presso Computer Crime Research Center. Investigazioni Roma. Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Seminario Analisi del Crimine Violento Università di Roma
Nessun Commento

Replica al Commento

Per commentare come utente registrato puoi connetterti tramite:




*

*

Lista Siti fake
Preti Pedofili
Libere Donazioni
Ultimi Commenti

TI POTREBBE INTERESSARE