Don Pascal Manca condannato a 8 anni per pedofilia

Parla Miglio: "Vicini alle vittime e alle famiglie"

CAGLIARI. “Vicinanza alle vittime e alle loro famiglie“, con un invito alla preghiera. La Diocesi di Cagliari guidata da Arrigo Miglio in una nota commenta la sentenza di condanna per #pedofilia emessa oggi contro l’ex parroco di Mandas Pascal Manca. “Nel pieno rispetto per l’operato della magistratura“, si legge, “la Diocesi innanzitutto rinnova la propria vicinanza alle vittime e alle loro famiglie, come già espresso agli inizi di questa vicenda nell’aprile del 2015 e in occasione dei successivi sviluppi. Nella consapevolezza della grande generosità con cui i sacerdoti si dedicano in tanti modi all’educazione dei ragazzi e dei giovani, in questo momento la Chiesa cagliaritana si fa interprete della sofferenza di tutta la comunità cristiana e invita a intensificare, da parte di tutti, la preghiera e il cammino di conversione“. Un richiamo poi al mantenimento della guarda alta: “Ancora una volta si sente la grande responsabilità di essere sempre più fedeli alle direttive di Papa Francesco che incessantemente chiede a tutti vigilanza e rigore nel rispettare e difendere la dignità e l’integrità dei più piccoli e dei più giovani“.

LA SENTENZA

Don Pascal Manca è stato condannato a otto anni di reclusione per pedofilia. Non solo: scontata la pena non potrà avvicinarsi per dieci anni a luoghi frequentati da #bambini . La sentenza è stata emessa ieri mattina in Tribunale a Cagliari, alla fine del processo di primo grado (con rito abbreviato) contro il parroco di Mandas e Villamar. Il prelato era stato arrestato nel maggio del 2015 con l’accusa di aver violentato alcuni minorenni, di meno di 14 anni, quando si trovava a Mandas. Stando alle ricostruzioni degli inquirenti don Pascal abusava dei ragazzini dopo averli storditi con farmaci sciolti nei succhi di frutta. Il prete, prima dell’arresto, era stato trasferito a Villamar. E in quel periodo, tra il 2012 e il 2015, nelle parrocchie dei paesi limitrofi aveva iniziato a scorrere il veleno che ha intossicato la diocesi cagliaritana. Oggi il primo verdetto processuale: il pm Liliana Ledda aveva chiesto dieci anni, nonostante una presunta infermità invocata dalla difesa.

IL CASO

     
 
 

DATABASE PRETI PEDOFILI | DATABASE SITI FAKE | CHI SIAMO | ISCRIZIONI

 

Licenza Creative Commons

 

 

Crediti :

Youtg

Categorie
CRIMINI VATICANI SUI MINORI

Detective presso Computer Crime Research Center. Investigazioni Roma. Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Seminario Analisi del Crimine Violento Università di Roma
Nessun Commento

Replica al Commento

Per commentare come utente registrato puoi connetterti tramite:




*

*

Lista Siti fake
Preti Pedofili
Libere Donazioni
Ultimi Commenti

TI POTREBBE INTERESSARE