Il Comune di Firenze piegato alla dittatura vaticana

Non esiste la sovranità popolare ma solo quella papale

Gli anni passano ma la laica sovranità popolare soccombe sempre e comunque ai capricci tanto monarchici quanto assurdi del potere vaticano. Si parla tanto di mancata sovranità del popolo davanti a una sfilza interminabile di premier non eletti ma si dimentica sempre che, il vero comandante, il vero  presidente della Rwpubblica è il Papa Re.

La ricerca scientifica compie un passo avanti e ne fa due indietro, crescono a dismisura i seguaci delle teorie del complotto, le sovvenzioni vanno a rafforzare i capi del delirio, tra santi, scie chimiche, no – ogm, santoni, preti e ciarlatani simili. Il Paese è letteralmente prostrato sll’imbecillità ed il nuovo demonio è il raziocinio, la logica, la scienza in persona, ammesso che la scienza sia una persona.

Potrebbe andare meglio ma il meglio pare non piacere a nessuno. È tempo di feste, nonostante le feste siano tutte collegate all’antico paganesimo, vengono adottate dai signori del monoteismo ed imposte al popolo per fini più materiali.

 

 

L’ uaar denuncia i ripetuti abusi, le riverenze delle nostre autorità al potere papale, dai sindaci ai vigili del fuoco impegnati a spendere energie e mezzi per donare un mazzo di fiori alle varie statue della Madonna. Si sa che le statue hanno bisogno di fiori, è una legge scientifica, forse. Intanto si impegnano mezzi e capitali pubblici, perchè tanto non ci servono soldi, siamo il paese dei miracoli:

Il Comune di Firenze ha promosso per l’Immacolata una messa solenne presso la cattedrale e l’omaggio alla Madonna

Uaar : Oltre al caso di Firenze, contestato dal nostro circolo locale, in tutta Italia diverse amministrazioni e istituzioni hanno tributato omaggio alla Madonna in occasione della festività dell’Immacolata. Tra i tanti casi, da segnalare: i vigili del fuoco di Roma hanno reso il tradizionale omaggio alla colonna della Madonna in Piazza di Spagna; i pompieri di Trani (BT) hanno organizzato un omaggio floreale in piazza per la Madonna Immacolata.

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Il sindaco di Ragusa, Federico Piccitto, ha recitato nella cattedrale, con tanto di fascia tricolore, l’atto di “affidamento” della città alla Vergine Immacolata.

L’assessore regionale lombardo Cristina Cappellini ha criticato il gesto del cappellano del cimitero di Cremona, don Sante Braggiè, di non allestire il presepe come fatto in passato e con il sostegno dell’amministrazione.

 
 

Licenza Creative Commons

 

 

 

 

Categorie
LAICITA' E RAZIONALISMO

Detective presso Computer Crime Research Center. Investigazioni Roma. Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Seminario Analisi del Crimine Violento Università di Roma
Nessun Commento

Replica al Commento

Per commentare come utente registrato puoi connetterti tramite:




*

*

Preti Pedofili
Libere Donazioni
Ultimi Commenti

TI POTREBBE INTERESSARE