Contattaci

Comunicati BdS

La bufala della Dottoressa Silvana de Mari che cura l’omosessualità

Pubblicato

il

L’universo elettronico ha purtroppo concesso la libertà di delirio a parecchia gente. Umberto Eco, nei suoi ultimi giorni, si pronunciò al merito, constatando il mare di imbecilli che diffondono cristalline idiozie in Internet.

marco dimitri

Un vero e proprio oceano di dissenteria, da cui emergono castronerie da brivido. Attacchi di panico spacciati per  articoli medici, guerre ai vaccini,  veggenti dei terremoti, cartomanti, medium, omeopati e quanto di più osceno un circo che non fa ridere possa immettere come veleno alla scienza.

L’unica sfiga per questi personaggi è che la scienza è composta da riscontri  e pubblicazioni. Non è una persona ma l’insieme di cause ed effetti  che hanno superato il metodo di Galileo (metodo scientifico).

La Terra gira attorno al Sole, un fatto dimostrato che è legge fisica.  L’omosessualità non è una malattia ma un naturale orientamento sessuale che coinvogle ogni tipologia di essere vivente. Leggi fisiche invalicabili, nessuno è stato in grado di dimostrare il contrario. Va da se, quindi, che una persona nell’affermare che l’omosessualità sia una malattia dica una stupidaggine. Va da se che, millantando  di essere in grado di curarla, non sia propriamente animata da amore per il prossimo.

Pazienza se, un semplice cittadino ignorante diffonda in Rete che l’omosessualità sia una malattia e che sia curabile, ma qua ci troviamo di fronte ad un medico, visto che ad affermare   l’idiozia  è la Dottoressa Silvana de Mari, chirurgo e psicoterapeuta.

Quest’ultima specializzazione dovrebbe mettere in guardia l’ Ordine dei Medici , visto che la Dottoressa Silvana de Mari viene lasciata agire apparentemente  indisturbata nella sua frode scientifica. Frode perchè scientificamente l’omosessualità non è una malattia ma un naturale orientamento, quindi quello che ne consegue è un  abuso del paziente. Questo abuso può avere una rilevanza psicologica perchè viene fatto erroneamente credere ad un omosessuale di essere una persona malata.

Abbiamo visto adolescenti suicidi, per fare un esempio, proprio perchè la propria condizione sessuale non incrociava gli  orientamenti di maggioranza.

E come “curerebbe” l’omosessualità questa signora (mi scuso ma non riesco a chiamarla dottore) ?

Andiamo per ordine, la signora Silvana de Mari afferma:

 

L’OMOSESSUALITÀ NON È UNA CONDIZIONE NORMALE. DA ANNI CURO GLI INTESTINI DISTRUTTI DEI GAY. LA VAGINA È FATTA PER ESSERE PENETRATA, IL RETTO NO, SI LACERA, S’INFETTA, E PORTA INCONTINENZA DELLE FECI

 

IL SESSO ANALE SI FA NEI RITI DI INIZIAZIONE SATANICI, LO HA FATTO PURE ANGELINA JOLIE

 

L’AMORE TRA UOMINI? VA BENE SE CASTO. LE LESBICHE HANNO MENO DANNI, MI INQUIETANO DI MENO. MA PER IL CUNNILINGUS CI SONO CASI DI CANCRO ALLA FARINGE

Cit. La Zanzara

Basterebbero queste tre frasi per intuire ampiamente di essere davanti ad una persona con svariate problematiche esistenziali che sfociano nel delirio religioso. Comunque si spera sempre nell’intervento dell’Ordine dei Medici anche in virtù del fatto che, un “professionista” sta dimostrando di “curare” i cittadini da malattie inesistenti e con principi che sono in antitesi con la logica.

Questa signora inoltre afferma di “curare i gay da oltre 40 anni” , da un’indagine effettuata non risulta alcuna pubblicazione scientifica al merito. Quindi siamo nel campo della bufala bella e buona.

Lasciamo perdere le varie sette sataniche dove le iniziazioni sarebbero di natura anale, per il semplice motivo che il luogo ed il contesto non compromette la meccanica. Un rapporto anale è un rapporto anale, che lo si compia in un contesto di iniziazioni sataniche, nel proprio letto, in macchina o in ascensore.

Anche l’equazione omosessuale = rapporto anale è impropria. L’omosessualità, come l’eterosessualità si manifesta  a 360 gradi e non a 90 gradi… Cara  signora che dire? Un conto è l’opinione personale ma, fortunatamente, la scienza non segue queste forme dittatoriali, si comporta con  lo stesso riscontro ad ogni tipologia di individuo.

Un’ulteriore indagine non ha riscontrato alcun individuo guarito dall’omosessualità, del resto sarebbe impossibile. Al di la dell’amico / conoscente che regge il gioco del finto guarito, al di la dell’effetto placebo che è tipico delle “terapie” di natura psicologica, nessuno ha mai pubblicato la ripetibile condizione di guarigione degli omosessuali. Del resto sarebbe impossibile guarire da malattie che non esistono.

In ultimo, la convinzione che la sessualità debba essere di natura esclusivamente procreativa lascia intendere uno sfondo panoramico di natura religiosa o quantomento confessionale che nulla ha a che vedere con la scienza.

Il consiglio è di accettare la vostra natura, i vostri orientamenti e di analizzare le pubblicazioni scientifiche prima di capire se il “professionista” che vi si piazza davanti sia una persona deontologicamente seria o un ciarlatano.

Anche nel caso la signora de Mari fosse in buona fede, quindi  animata da amore per il prossimo e buone intenzioni, le sue convinzioni sono antiscientifiche e vanno fermate perchè socialmente pericolose, si rischia infatti di danneggiare psichicamente delle  persone già provate da una società omofoba che finge una pacata accettazione.

Se avete dubbi su un medico e su un metodo, rivolgetevi sempre con fiducia all’Ordine dei Medici per chiedere informazioni. Sono professionisti, sono disponibili al dialogo col cittadino. Non mettetevi MAI nelle mani di chi afferma teorie contrarie ai riscontri scientifici. Nessuno vi sta nascondendo verità, nessuno è interessato a  spacciare  per normalità  una condizione patologica. Nessuno in sostanza ci guadagna a dire che  gli omosessuali sono persone normali. Nel settore pseudoscientifico, chi propone “cure” non riconosciute dalla scienza è il vero beneficiario.

Il Dott. Silvana de Mari risulta essere iscritto all’ Ordine dei Medici di Torino:

DE MARI SILVANA
Data di nascita: 28/05/1953
Luogo di Nascita: Santa Maria Capua Vetere
Numero Iscrizione Albo Medici Chirurghi 9433
Data di Laurea in Medicina e Chirurgia: 26/10/1976
Luogo di Laurea in Medicina e Chirurgia: Torino
Abilitazione in Medicina e Chirurgia: 2°1976 Torino
Data iscrizione Albo Medici Chirurghi: 25/01/1977
Titolo: Albo Psicoterapeuti-Chirurg.Appar.Diger.e Endoscopia Digest.-Chirurgia
Siccome  curare la gente da malattie inesistenti suona un po’  ingannevole, contattiamo il suddetto Ordine, nella speranza di un riscontro:

Spett. Ordine dei Medici Torino

La presente per inoltrare segnalazione nei confronti di un medico iscritto che afferma di curare da oltre 40 anni l’omosessualità. Il medico in questione è il Dott. Silvana de Mari ( Numero di  Iscrizione 9433 ). Fermo restando che l’omosessualità non risulta in alcuna pubblicazione scientifica essere una malattia, non può esistere in alcun modo o misura una cura, sia farmacologica che psicologica.

Il vostro iscritto afferma tranquillamente di avere specializzazione in psicoterapia e di curare da oltre quaranta anni l’omosessualità. Comprenderete da soli la gravità di tali affermazioni e di tale modus agendi. Oltre che sfociare nel parascientifico si millantano cure allo stato inesistenti in cui “pazienti” vengono sottoposti.

Affermare in contesti pubblici che l’omosessualità è una malattia, affermare di curarla è vicenda di grave spessore. Ad oggi non risultano provvedimenti disciplinari nei confronti del dott. Silvana de Mari la quale è attualmente libera di pronunciarsi a nome della medicina e della scienza (essendo iscritta al Vs. Ordine) sul libero esercizio di cure inesistenti per malattie inesistenti.
Il parere medico, rilasciato in sede di intervista (link: http://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/diavolo-sesso-anale-ha-trovato-sua-esorcista-dott-silvana-de-139302.htm ) ed in più occasioni è inaccettabile e non rientra nella libera opinione personale di una profana.

Confidando nella Vostra prestigiosa deontologia

Distinti Saluti
[glossary_exclude]Marco Dimitri[/glossary_exclude]
Bene, concediamo all’Ordine dei Medici di Torino il tempo  canonico per rispondere e / o prendere gli opportuni provvedimenti.  Ad oggi tutto tace e sarebbe molto ma molto grave che un medico fosse lasciato tranquillamente libero di esercitare terapie inesistenti  su malattie altrettanto inesistenti. La scienza ha una logica e l’Ordine dei Medici non è vincolato da opinioni personali, quindi, per parlare di dottorato e di medicina serve che questi due elementi adempiano al metodo.
In rete, tuttavia, è attiva una raccolta firme, se siete interessati a chiedere l’immediata radiazione dall’albo dei medici della signora Silvana de Mari, firmate a questo indirizzo:


Licenza Creative Commons




Detective presso Computer Crime Research Center. Investigazioni Roma. Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Seminario Analisi del Crimine Violento Università di Roma

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Per commentare puoi anche connetterti tramite:



Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comunicati BdS

Roberta Russo, amministratore delegato di una ditta che vende prodotti omeopatici

” Questo è l’amministratore delegato di un’azienda omeopatica, nomignoli infantili contro di me come gli antivax. Complimenti. ( Roberto Burioni ) “

Pubblicato

il

” Questo è l’amministratore delegato di un’azienda omeopatica, nomignoli infantili contro di me come gli antivax. Complimenti. ( Roberto Burioni ) ”

marco dimitri

L’amministratore delegato Roberta Russo, asserisce che l’omeopatia può essere denigrata visto che addirittura lamenta una campagna denigratoria composta da un solo medico: Roberto Burioni.
Ora tutti sanno che un oggetto che non ha mai funzionato non può essere denigrato visto che, è inutile, non funziona e non potrà mai funzionare perché contro le leggi della fisica.
In breve l’oggetto è l’omeopatia,  una miscela d’acqua per giunta diluita 12 volte. Non solo l’omeopatia non è una medicina ma è anche stato stabilito con i test scientifici che non ha nessun potere curativo.

Roberta Russo

Roberta Russo, amministratore delegato di una ditta che vende prodotti omeopatici


Non per nulla l’omeopatia è mai riuscita a superare il metodo scientifico. Non si parla quindi che di pareri personali ma di ripetibili riscontri.  Proprio per questo Roberta Russo non parla dell’aumento del 12% delle guarigioni ma del 12% di aumento del fatturato. Non sfugge il fatto che la virtù unica dell’omeopatia sia il ricavato delle vendite.



Licenza Creative Commons




 

Continua a leggere

Comunicati BdS

Il nuovo libro di Roberto Burioni mette ko l’omeopatia

Si dice che il saggio indichi la Luna con il dito e che lo stolto guardi il dito. Mi sono sempre domandato quale saggio indicherebbe la Luna ad uno stolto e la risposta che mi sono dato è semplice: il saggio che ama il il proprio lavoro, la propria ricerca

Pubblicato

il

Si dice che il saggio indichi la Luna con il dito e che lo stolto guardi il dito. Mi sono sempre domandato quale saggio indicherebbe la Luna ad uno stolto e la risposta che mi sono dato è semplice: il saggio che ama il il proprio lavoro, la propria ricerca

marco dimitri

In realtà l’omeopatia si mette K.O. da sola, nessuna proprietà magica, nessun elemento attivo, semplicemente acqua. Acqua che esce dai vostri rubinetti ma molto più costosa. Certo l’omeopatia non fa male ma, come quasi sempre accade, chi la usa abbandona le cure vere, si vere, quelle che hanno superato il metodo scientifico. Non raramente l’abbandono delle cure ufficiali (ricordiamoci che la scienza è UNA e che non esistono scienze non ufficiali) si conclude con la morte del malato.

Per quanto sia stata ampiamente dimostrata l’inefficacia assoluta dell’omeopatia, la gente continua ad usarla perchè è stata ammaestrata a considerare le medicine ufficiali come “porcherie chimiche”, e l’assalto ai rimedi naturali continua. Peccato che la natura ci stia lentamente uccidendo, non vuole guarirci, ha un meccanismo caotico evolutivo. Ovviamente la chimica è presente in ogni cosa che mangiamo e, non solo nelle medicine.

Si… Vale la pena dimostrare, spiegare, nel modo più semplice, anche aggressivo. Guidiamo la nostra bella macchina senza freni e ci lamentiamo se ci danno degli idioti.

Il libro di Roberto Burioni, davvero mostra l’illusione demolendo ciò che è rimasto della truffa del nulla che in tutto il mondo ha fruttato centinaia di milioni di Euro, oserei dire “denaro liquido” visto che  si parla di acqua fresca spacciata per medicina.

Cartonato: 208 pagine

Editore: Rizzoli (8 ottobre 2019)

Un’ultima cosa, chi pensa che l’editoria arricchisca economicamente, ha visto un film di fantascienza…



Licenza Creative Commons




Continua a leggere

Comunicati BdS

Non esiste un’emergenza clima, lo dicono 500 scienziati

Un gruppo di 500 scienziati firmatari non ha perso tempo a mostrare all’ONU l’incapacità di comprendere il metodo scientfico

Pubblicato

il

Oggi non serve la noiosa scienza, basta raggiungere un quorum di 500 firme per dimostrare che il Sole gira attorno alla Terra. 500 luminari che dovrebbero tornare dietro ai loro 500 banchi di scuola.

marco dimitri

Occorre fare una puntualizzazione; lo scienziato non è la scienza, e la scienza segue precisi meccanismi che nulla hanno di politico e di democratico. La scienza non è un uomo, non è una religione, non è una corrente di pensiero. Semplicemente e la dimostrazione ripetitiva di un evento. Se premiamo l’interruttore la luce si accende e questo accade per tutti, non esiste petizione che blocchi il meccanismo, non esiste cultura, movimento, razza che possa inibire il funzionamento dell’interruttore, la luce si accende chiunque tu sia, La scienza segue se stessa e continuerà a farlo.

Se 500 scienziati scrivono all’ONU che non esiste un’emergenza climatica, oltre a dimostrare di non conoscere il metodo scientifico, dimostra lo squallido vendersi alle industrie.

E la disputa continua “Non c’è alcun pericolo climatico!” ‘ “C’è ma non è antropico!” “Mamma?”.

Eppure è semplice , azione e reazione, un’emergenza climatica in buona parte antropica (cioè causata dall’uomo) esiste eccome, bastano i dati

Anomalia media della temperatura atmosferica a terra e della temperatura della superficie dei mari, così come ricostruita dall’IPCC, nelle serie storiche dal 1880 al 2010. (WIKIPEDIA IMMAGINE


Anomalia media della temperatura atmosferica a terra e della superficie dei mari, così come registrata tra il 1978 e il 2009 dai satelliti.


ECCO LA LETTERA INTEGRALE CHE QUESTE BRILLANTI MENTI HANNO SCRITTO ALL’ONU

Un testo quasi “fantozziano”

Eccellenze,

Non c’è emergenza climatica

Una rete mondiale di oltre 500 scienziati e professionisti esperti del clima e di campi correlati hanno l’onore di inviare alle Vostre Eccellenze l’annessa “Dichiarazione europea sul clima”, di cui i firmatari di questa lettera sono gli ambasciatori nazionali.

I modelli di divulgazione generale sul clima su cui si basa attualmente la politica internazionale sono inadeguati. È pertanto crudele nonché imprudente sostenere la perdita di trilioni di dollari sulla base dei risultati di modelli così imperfetti. Le attuali politiche climatiche indeboliscono inutilmente il sistema economico, mettendo a rischio la vita nei Paesi a cui è negato l’accesso all’elettricità permanente a basso costo.

Vi invitiamo a seguire una politica climatica basata su solida scienza, realismo economico e reale attenzione a coloro che sono colpiti da costose e inutili politiche di mitigazione.

Vi invitiamo inoltre a organizzare con noi all’inizio del 2020 un incontro costruttivo di alto livello tra scienziati di fama mondiale di entrambe le parti del dibattito sul clima. Questo incontro renderà effettiva l’applicazione del giusto e vecchio principio di buona scienza e giustizia naturale secondo il quale le due parti devono poter essere ascoltate in modo completo ed equo. Audiatur et altera pars!

Rispettosamente,

Gli ambasciatori della Dichiarazione europea sul clima:
Guus Berkhout, professore (Paesi Bassi)
Richard Lindzen, professore (Stati Uniti)
Reynald Du Berger, professore (Canada)
Ingemar Nordin, professore (Svezia)
Terry Dunleavy (Nuova Zelanda)
Jim O’Brien (Irlanda)
Viv Forbes (Australia)
Alberto Prestininzi, professore (Italia)
Jeffrey Foss, professore (Canada)
Benoît Rittaud, docente (Francia)
Morten Jødal (Norvegia)
Fritz Varenholt, professore (Germania)
Rob Lemeire (Belgio)
Viconte Monkton of Brenchley (Regno Unito)

Ma certo: “Parola di Francesco Amadori”, la scienza si basa sul credo, visto che 500 cervelli non hanno mai fornito elementi che  passassero il metodo.

Antonino Zichichi

Antonino Zichichi

Tra gli scienziati Antonino Zichichi il quale sostiene che il cambiamento climatico non sia opera dell’uomo, ma il luminare è noto per il suo accostare la religione alla scienza, sostiene che Dio esiste e l’universo ne è la prova. Peccato che la dinamica universale  sia proprio in contrapposizione con le “leggi di Dio”, e come l’accosti la scienza a dio? “Due rette parallele si incrociano all’infinito ma è necessario un atto di fede” ? e non mi risulta alcun dio che abbia passato il metodo scientifico.

Recentemente uno dei più grandi traguardi scientifici: la foto di un buco nero. Il commento di Zichichi agli scienziati:«L’immagine del buco nero? Non sappiamo cosa farcene». Ecco che tipo di scienziato è Zichichi.

 



Licenza Creative Commons




 

Continua a leggere

Chi Siamo

Dicono di noi

I più letti