La Corea del Nord può abbattere i bombardieri USA. Trump: Opzione militare devastante

Secondo un'analisi del Wall Street Journal Pyongyang e' dotata dal 2010 di batterie di missili anti-aerei KN-06 in grado di abbattere qualsiasi jet fino ad una distanza massima di 150 km, ben oltre i 22 km dello spazio aereo nordcoreano. Da Domani missione diplomatica di Tillerson in Cina

La minaccia del ministro degli Esteri nordcoreano, Ri Yong-ho, che #Pyongyang e’ pronta ad abbattere bombardieri strategici Usa (come il B-1B Lancers, che scortato da 2 caccia-bombardieri F-15, ha sorvolato il limite estremo delle coste di Pyongyang sabato scorso) anche all’esterno del proprio spazio aereo, non e’ una millanteria secondo il Wall Street Journal. Pyongyang e’ dotata dal 2010 di batterie di missili anti-aerei KN-06 in grado di abbattere qualsiasi jet fino ad una distanza massima di 150 km, ben oltre i 22 km dello spazio aereo nordcorano. Batterie ispirate ai piu’ noti e temibili sistemi russi S-300, quelli che i russi inizialmente decisero di non vendere piu’ all’Iran, salvo cambiare idea con l’arrivo di Barack Obama.

I precedenti del 1994 e del 1969

Peraltro va ricordato che gia’ in passato Pyongyang ha tentato ed in almeno due casi e’ riuscita ad abbattere velivoli Usa. Nel meno grave venne abbattuto un elicottero nel 1994, che aveva sconfinato. Ma l’episodio piu’ grave risale al 15 aprile 1969 – in piena Guerra Fredda – un Mig 21 nordocoreano, di fabbricazione russa, abbatte’ un aereo spia Usa, Lockheed EC-121M Warning Star, nello spazio aereo internazionale sul Mar del Giappone. E all’epoca regnava a Pyongyang il fondatore della dinastia Kim Il-sung.

L’appeasement di Nixon

Il quadrimotore ad elica #Usa precipito’ a 167 km dalla costa nordcorana e tutti i 31 militari Usa a bordo morirono. Gia’ allora il presidente USa, il repubblicano Richard Nixon, preferi’ non rispondere, benche’ Pyongyang fosse anni luce lontana dall’avere l’atomica (primo test ottobre 2006) o missili balistici intercontinentali in grado di colpire gli usa, come gli Hwasong-14 lanciati il 4 ed il 28 luglio scorso.

Trump: “Opzione militare sarebbe devastante”

Gli Stati Uniti “sono totalmente preparati per la seconda opzione, quella militare, che non e’ la preferita perche’ sarebbe devastante” per la Corea del Nord. Cosi’ il presidente Donald Trump, durante la conferenza stampa congiunta alla Casa Bianca con il premier spagnolo Mariano Rajoy.

La missione di Tillerson in Cina

E in questo clima il segretario di Stato americano, Rex Tillerson,  sarà in visita in Cina da domani a sabato. Il capo della   diplomazia del governo #Trump discuterà  di due temi fondamentali con le   autorità  di Pechino: da una parte la crisi della Corea del Nord, che nonostante   gli attacchi del presidente Usa Donald Trump, gli Stati Uniti continuano a voler   risolvere con la diplomazia. Dall’altra Tillerson discuterà  di commercio e   tariffe, visto che anche in questo caso Trump aveva promesso chiusure doganali e   dazi per rafforzare l’industria americana.

     
 
 

DATABASE PRETI PEDOFILI | DATABASE SITI FAKE | CHI SIAMO | ISCRIZIONI

 

Licenza Creative Commons

 

 

Crediti :

Rai News

Categorie
ESTERI

Detective presso Computer Crime Research Center. Investigazioni Roma.
Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni
Seminario Analisi del Crimine Violento Università di Roma

Nessun Commento

Replica al Commento

Per commentare come utente registrato puoi connetterti tramite:




*

*

Lista Siti fake
Preti Pedofili
Libere Donazioni
Ultimi Commenti

TI POTREBBE INTERESSARE