Contattaci

Comunicati BdS

La dieta vegana uccide più animali delle altre diete. L’olocausto animale vegan e i roghi della scienza

Pubblicato

il

Tutte le bufale dell’alimentazione vegana, non è vero che è sana, non è vero che non uccide animali, anzi, il massacro animale arriva anche a superare le dieci volte quello della dieta onnivora.
Sostanzialmente la dieta vegana trova spazio nella mente di disinformati creduloni che spesso, in buona fede, l’adottano credendo di salvare vite animali o di adottare un metodo di alimentazione sano.
Attorno al veganesimo si creano culti, vi sono leader ed un marketing gestito da profittatori ciarlatani. La scienza viene messa sul rogo dal delirio vegano, indotto dalla disinformazione sistematica a fini di profitto, dalle sozzure omeopatiche, dai culti anti-vaccino.  Continuiamo ad essere un Paese arretrato composto da goffi creduloni. Basta entrare in una farmacia per trovarsi davanti a scaffali di pozioni omeopatiche spacciate per medicine, mancano solo le fate e gli gnomi, tanto da chiedersi “Perchè  l’insegna dice farmacia?”. Ora arrivano anche i “farmaci” vegan e ritornano i tempi bui, ritornano i “medici” fai da te, quelli che non si trovano nell’albo dell’Ordine dei Medici ma continuano ad esercitare col camice bianco e la pretesa di essere chiamati “dottori” anche se i termini più consoni sarebbero “mago, ciarlatano, don”.

Vediamo i punti fondamentali ed i falsi miti sul credo vegan:

Convinzione: l’alimentazione vegan è salutare

Falso! Col passare del tempo crea danni all’organismo che possono portare a gravi deficienze fino alla morte (link)

I danni principali provocati dalla dieta vegana:

  • Invecchiamento precoce
  • Obesità, il metabolismo subisce uno shock per mancanza di proteine e grassi animali, assunti dopo un periodo più o meno lungo vengono male gestite nel processo di metabolizzazione. I chili acquisiti difficilmente verranno smaltiti da un metabolismo compromesso. L’alimentazione vegan fa ingrassare una volta tornati a quella regolare.
  • L’alimentazione vegan è priva di vitamina B12.  La vitamina B12, assieme ai folati, è necessaria per convertire l’omocisteina in metionina.
  • Se questa reazione metabolica è bloccata, allora i livelli di omocisteina aumentano, causando l’elevazione dei livelli di SAH (S-adenosilomocisteina) e bloccando reazioni di metilazione vitali.
  • I processi di metilazione sono necessari per stabilizzare DNA, RNA, proteine, produrre neurotrasmettitori e altre sostanze (coenzima Q10) e disintossicare l’organismo.
  • Una carenza di folati favorisce l’anemia megaloblastica.
  • In carenza di vitamina B12 le reazioni di metilazione sono compromesse e i folati vengono in parte intrappolati (“trappola del metile”), provocando ancora anemia megaloblastica.
  • La carenza di vitamina B12, a fronte di elevate assunzioni di folati, provoca danni al sistema nervoso, piuttosto che anemia.
  • L’omocisteina ha effetti favorenti l’ossidazione (pro-ossidanti) ed è coinvolta nel rischio cardiovascolare.
  • I livelli medi di omocisteina nei vegani sono circa 14 mmol/l. Sulla base dei risultati sopra riportati, questi elevati livelli elevati della sostanza possono essere associati con un aumento in mortalità del 40%, riconducibile soprattutto a malattie cardiovascolari e altre cause.
  • I bassi livelli di colesterolo dei vegani permettono di prevedere una mortalità per cardiopatia pari al 50% di quella dei carnivori, cosicché il risultato totale atteso dovrebbe portare alla riduzione di circa il 30% della mortalità attesa per cardiopatia, ma si riscontra anche un aumento del 40% di mortalità per altre cause, con poca differenza quindi nella mortalità totale.

Convinzione: l’alimentazione vegan salva le vite agli animali

Falso! Per fare spazio alle coltivazioni vengono devastate risorse che sono energia prima degli animali. Oltre l’uso di pesticidi (anche negli OGM ed anche se non vengono dichiarati vedi link) che conducono ad una morte atroce di insetti e cavallette. L’alimentazione vegan contribuisce alla morte di animali che non trovano più cibo il quale è stato distrutto per fare spazio a coltivazioni non necessarie se si fosse continuato a mantenere un’alimentazione onnivora.
A tale proposito vi consiglio di leggere questa ricerca scientifica (link).

Convinzione: mi sono affidato ad un nutrizionista specializzato nell’alimentazione vegan

Non esistono specializzazioni di questo tipo in sede scientifica, basta fare una ricerca per verificare nell’albo dell’Ordine dei Medici che non vi è affatto riportato il nome del nutrizionista che si dichiara medico specializzato.

Convinzione: l’alimentazione vegan mi preserva dal cancro

Falso! Molti pazienti che adottavano l’alimentazione vegan anche da lungo tempo sono deceduti di cancro allo stesso modo di un qualsiasi altro paziente non vegano.

Convinzione: l’uomo non è carnivoro, se lo fosse avrebbe i denti canini lunghi come quelli degli animali

Falso! Gli animali non hanno il pollice opponibile e la maggiore parte delle attività di costruzione, difesa, attacco viene gestita dalla bocca, dai denti, per questo motivo i denti canini sono più lunghi. Oltretutto l’uomo non è privo di canini, il fatto che siano corti è appunto perchè i lavori di costruzione, difesa ed attacco vengono gestiti dalle mani col pollice opponibile.

Convinzione: le cure naturali omeopatiche sono migliori delle tradizionali

Falso! L’omeopatia non ha alcun potere di guarigione, da anni è stato dimostrato dalla scienza che non esiste alcuna virtù medicinale all’interno dei “farmaci” omeopatici, quest’ultimi sono addirittura stati assunti in un unico tempo dai medici che hanno ingurgitato interi flaconi non mostrando alcun segno di effetto collaterale o di efficacia nella cura. E’ stato dimostrato in sede scientifica che l’acqua non ha una memoria, il principio della diluizione non ha alcun effetto medico. Purtroppo questi “farmaci”producono effetti placebo ed i ciarlatani contano appunto su questo effetto per sostenere il grande marketing che ruota attorno a queste stupidaggini. La mamma dei creduloni è sempre incinta si sa…

Queste religioni, queste credenze che sono già state smentite da tempo, contribuiscono ad ergere roghi alla scienza e stanno causandole danni che sono quasi peggiori di quelli prodotti dall’inquisizione. La ricerca scientifica non va avanti per mancanza di fondi e per abbondanza di creduloni che vengono indottrinati a credere nelle cavolate più abominevoli.
In giro si aprono negozi dove addirittura vengono venduti vestiti vegan, scarpe vegan, inutile dire che altri animali moriranno in modo atroce per dare spazio a coltivazioni costituite appositamente per queste deviazioni mentali e per chi le sostiene.

In ultimo non mancano i soliti complottisti che attaccano la scienza come se avesse interessi a diffondere malattie, cure mortali, vaccini, scie chimiche e fantasmi vari.
Ultimamente è girata voce di vaccini in grado di provocare autismo o di uccidere anziani pazienti come nel caso del vaccino aninfluenzale. I risultati sono stati devastanti, diversi pazienti anziani sono morti di influenza perchè non si sono vaccinati, le epidemie vengono diffuse e creano altre vittime visto che ora si ha anche timore di vaccinare i bambini.
Inutile dire che tutti i test sui vaccini considerati sospetti hanno dato esito negativo confermandone la sicurezza (link).
Il rapporto vaccino ed autismo non esiste (link).

Purtroppo l’ignoranza è una brutta bestia ed a pagarne le spese è sempre la società, è sempre chi ha bisogno di cure e non può essere curato perchè la scienza non ha fondi da investire nella ricerca. Se non vengono prodotte nuove cure la colpa è solo degli stessi cittadini. Un po’ più di informazione non guasta.

Marco Dimitri

 N.B. L’articolo è inerente agli studi scientifici riportati nei vari link. Riguarda l’incompatibilità scientifica della dieta vegana e non della dieta vegetariana. La dieta vegetariana non ha difetti o carenze particolari.
Lo studio scientifico inerente al massacro animale 10 volte più ampio di quello indotto dall’alimentazione onnivora è studio ufficiale dell’ Università australiana del New South Wales condotto dal Prof. Ma Mike Archer, esperto impegnato nella ricerca sull’evoluzione della Terra ed i sistemi di Vita (vedi Wikipedia )

 

Detective presso Computer Crime Research Center. Investigazioni Roma. Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Seminario Analisi del Crimine Violento Università di Roma

Continua a leggere
1 Commento

1 Commento

  1. Kraad Nargis

    15 Giugno 2018 at 18:00

    Le fonti citate sono capziose , volte alla tutela di interessi finanziari enormi e alla tacitazione di una cattiva coscienza; riguardo alla morte di un maggior numero di animali che sarebbe causata dall’alimentazione vegan le sue affermazioni sono corroborate da un solo studio “ufficiale” come Lei lo definisce: il buon senso e la ricerca Le potrebbero consentire di trovarne migliaia di senso opposto, cosa che Lei ovviamente non vuol fare. Lei inoltre finge di ignorare la somiglianza irrefutabile che esiste tra le scimmie e le scimmie umane: la condivisione del patrimonio genetico oscilla tra il 98 e il 99%. Questa differenza evidenzia che òe scimmie sono gli animali a cui maggiormente assomigliamo: con questo non mi voglio vantare di aver scoperto l’acqua calda ma è singolare osservare che anche i babbuini siano prevalentemente erbivori: da una qualsiasi ricerca in rete, Lei avrebbe potuto evincere che gli umani assomigliano maggiormente agli scimpanzé e ai gorilla che invece assumono quantitativi di carne (pulci e zecche) oggettivamente irrilevanti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comunicati BdS

Non esiste un’emergenza clima, lo dicono 500 scienziati

Un gruppo di 500 scienziati firmatari non ha perso tempo a mostrare all’ONU l’incapacità di comprendere il metodo scientfico

Pubblicato

il

Oggi non serve la noiosa scienza, basta raggiungere un quorum di 500 firme per dimostrare che il Sole gira attorno alla Terra. 500 luminari che dovrebbero tornare dietro ai loro 500 banchi di scuola.

marco dimitri

Occorre fare una puntualizzazione; lo scienziato non è la scienza, e la scienza segue precisi meccanismi che nulla hanno di politico e di democratico. La scienza non è un uomo, non è una religione, non è una corrente di pensiero. Semplicemente e la dimostrazione ripetitiva di un evento. Se premiamo l’interruttore la luce si accende e questo accade per tutti, non esiste petizione che blocchi il meccanismo, non esiste cultura, movimento, razza che possa inibire il funzionamento dell’interruttore, la luce si accende chiunque tu sia, La scienza segue se stessa e continuerà a farlo.

Se 500 scienziati scrivono all’ONU che non esiste un’emergenza climatica, oltre a dimostrare di non conoscere il metodo scientifico, dimostra lo squallido vendersi alle industrie.

E la disputa continua “Non c’è alcun pericolo climatico!” ‘ “C’è ma non è antropico!” “Mamma?”.

Eppure è semplice , azione e reazione, un’emergenza climatica in buona parte antropica (cioè causata dall’uomo) esiste eccome, bastano i dati

Anomalia media della temperatura atmosferica a terra e della temperatura della superficie dei mari, così come ricostruita dall’IPCC, nelle serie storiche dal 1880 al 2010. (WIKIPEDIA IMMAGINE


Anomalia media della temperatura atmosferica a terra e della superficie dei mari, così come registrata tra il 1978 e il 2009 dai satelliti.


ECCO LA LETTERA INTEGRALE CHE QUESTE BRILLANTI MENTI HANNO SCRITTO ALL’ONU

Un testo quasi “fantozziano”

Eccellenze,

Non c’è emergenza climatica

Una rete mondiale di oltre 500 scienziati e professionisti esperti del clima e di campi correlati hanno l’onore di inviare alle Vostre Eccellenze l’annessa “Dichiarazione europea sul clima”, di cui i firmatari di questa lettera sono gli ambasciatori nazionali.

I modelli di divulgazione generale sul clima su cui si basa attualmente la politica internazionale sono inadeguati. È pertanto crudele nonché imprudente sostenere la perdita di trilioni di dollari sulla base dei risultati di modelli così imperfetti. Le attuali politiche climatiche indeboliscono inutilmente il sistema economico, mettendo a rischio la vita nei Paesi a cui è negato l’accesso all’elettricità permanente a basso costo.

Vi invitiamo a seguire una politica climatica basata su solida scienza, realismo economico e reale attenzione a coloro che sono colpiti da costose e inutili politiche di mitigazione.

Vi invitiamo inoltre a organizzare con noi all’inizio del 2020 un incontro costruttivo di alto livello tra scienziati di fama mondiale di entrambe le parti del dibattito sul clima. Questo incontro renderà effettiva l’applicazione del giusto e vecchio principio di buona scienza e giustizia naturale secondo il quale le due parti devono poter essere ascoltate in modo completo ed equo. Audiatur et altera pars!

Rispettosamente,

Gli ambasciatori della Dichiarazione europea sul clima:
Guus Berkhout, professore (Paesi Bassi)
Richard Lindzen, professore (Stati Uniti)
Reynald Du Berger, professore (Canada)
Ingemar Nordin, professore (Svezia)
Terry Dunleavy (Nuova Zelanda)
Jim O’Brien (Irlanda)
Viv Forbes (Australia)
Alberto Prestininzi, professore (Italia)
Jeffrey Foss, professore (Canada)
Benoît Rittaud, docente (Francia)
Morten Jødal (Norvegia)
Fritz Varenholt, professore (Germania)
Rob Lemeire (Belgio)
Viconte Monkton of Brenchley (Regno Unito)

Ma certo: “Parola di Francesco Amadori”, la scienza si basa sul credo, visto che 500 cervelli non hanno mai fornito elementi che  passassero il metodo.

Antonino Zichichi

Antonino Zichichi

Tra gli scienziati Antonino Zichichi il quale sostiene che il cambiamento climatico non sia opera dell’uomo, ma il luminare è noto per il suo accostare la religione alla scienza, sostiene che Dio esiste e l’universo ne è la prova. Peccato che la dinamica universale  sia proprio in contrapposizione con le “leggi di Dio”, e come l’accosti la scienza a dio? “Due rette parallele si incrociano all’infinito ma è necessario un atto di fede” ? e non mi risulta alcun dio che abbia passato il metodo scientifico.

Recentemente uno dei più grandi traguardi scientifici: la foto di un buco nero. Il commento di Zichichi agli scienziati:«L’immagine del buco nero? Non sappiamo cosa farcene». Ecco che tipo di scienziato è Zichichi.

 





Licenza Creative Commons



 

Continua a leggere

Comunicati BdS

Medjugorje, il “miracolo del sole che pulsa” spiegato da Marco Dimitri

Il miracolo è dovuto all’ignoranza ed alla comune suggestione. Vediamo perchè

Pubblicato

il

Posto uno dei tanti video inseriti su Youtube dai fanatici religiosi che vanno in pellegrinaggio a Medjugorje.

marco dimitri

Nel video si vede chiaramente il sole che “pulsa” ed in effetti, una persona che poco conosce le videocamere, comprese le videocamere presenti nei telefonini, non sa che le più recenti utilizzano un sistema di esposizione automatica, bilanciamento del bianco automatico,  contrasto automatico.
Se una luce molto forte, come appunto quella diretta del sole, colpisce gli obiettivi delle videocamere, queste tentano inutilmente di adeguare l’esposizione automatica ai valori corretti per raggiungere una condizione di ripresa il più vicino alla nitidità.
La mano di chi riprende non è mai ferma al 100%, si muove e muovendosi la videocamera cerca nuovamente di adeguare la luce ai valori ottimali, ecco perchè il sole pulsa ed il fanatico religioso pensa che sia un miracolo.

Ad esempio, nel video, si sente un fedele chiedere: “Perchè nel mio telefonino non si vede?”. Semplice non ha il bilanciamento automatico.

Il resto viene da se,  la gente, sentendo la frase euforica “Guardate lo vedo pulsare sul mio telefonino!” inizia a credere di vederlo anche nella realtà, influenzandosi l’uno con l’altro.
Questo a riprova che le autorità religiose sfruttano le menti più fragili per fare marketing.

Personalmente, col mio telefonino, ho filmato il sole sul terrazzo di casa mia ottenendo lo stesso effetto, appunto perchè il sistema di regolazione automatica dell’immagine  cerca di trovare la migliore luce abbassando o alzando la sensibilità di esposizione.

Nulla di miracoloso quindi a  Medjugorje, garantito!

Non ci credete? Allora lo faccio riprendendo la mia lampadina di casa che sicuramente, visto che sono un bullo, ha ben  poco di “santo”:

 





Licenza Creative Commons



Continua a leggere

Comunicati BdS

Medico ingerisce 50 compresse di sonnifero omeopatico in diretta

Una dottoressa mangia in diretta 50 compresse di sonnifero omeopatico per dimostrare che l’omeopatia non funziona

Pubblicato

il

Ormai già da tempo l’omeopatia è riconosciuta dalla comunità scientifica come non funzionante.

marco dimitri

L’omeopatia fu inventata da Christian Friedrich Samuel Hahnemann nel 1796. L’uomo era convinto che l’acqua avesse una memoria delle sostanze con cui veniva a contatto. Il tipo di “medicina” si avvaleva della convinzione di Hahnemann che il simile cura il simile (da qui terapia del simile, omeopatia). Se una persona soffriva di insonnia gli veniva somministrata  la caffeina diluita tramite un rituale. Il principio attivo della caffeina veniva sottoposto al rito della diluizione. Consisteva nel diluire una goccia di principio attivo in un secchio d’acqua o, comunque, in un contenitore d’acqua, da questa diluizione veniva estratta una goccia che a sua volta veniva diluita in un secondo contenitore. Il processo prevedeva la ripetizione della diluizione per 12 volte.

Ora, chiunque, comprenderà che il principio attivo, se diluito in acqua per 12 volte non lascerebbe nessuna traccia di se, almeno non lascerebbe  nulla che possa considerarsi attivo ai fini di una terapia.

Per quanto riguarda ka memoria dell’acqua, non è quella ipotizzata da Hahnemann e non c’entra nulla cin l’omeopatia. Lo si evince dalla ricerca pubblicata sulla prestigiosa rivista scientifica Nature.

Molte persone, assumendo acqua pura (quello che in realtà l’omeopatia è) sono convinte della sua efficacia per effetto placebo o perchè malattie come raffreddore, mal di gola, tosse, influenza ecc. vengono guarite dalla persona stessa tramitr gli anticorpi.





Licenza Creative Commons



Continua a leggere

Chi Siamo

Dicono di noi

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget

I più letti