L’agonia del piccolo Francesco ucciso dagli stregoni omeopati

Quanto dovremmo aspettare per vedere sparire i prodotti omeopatici e vedere inibita l'omeopatia?

La vicenda della morte del bimbo di 7 anni lasciato senza cure mediche dietro consiglio di quello che, mi scuso, definirei un pazzo (come altro potrei definirlo?) è purtroppo ormai cosa nota. La piccola vittima, affetta da otite, è stata lasciata senza cure mediche e trattata solo con l’omeopatia che, come noto, non ha alcun principio curativo. Il pus causato dalla malattia ha letteralmente compromesso la salute del piccolo bimbo, quando i genitori si sono finalmente decisi a chiamare il 118 non c’era più nulla da fare, gli antibiotici non sono stati in grado di evitare la morte, troppo tardi, una semplice otite curabile con farmaci antibiotici si è trasformata in una letale agonia. Oggi l’omeopata ed i genitori della piccola vittima sono indagati per omicidio colposo.

marco dimitri

Stando ai fatti riportati dai quotidiani i genitori del piccolo Francesco, 7 anni, dietro consiglio di uno dei tanti stregoni omeopati hanno lasciato morire il figlio senza prestargli cure mediche.  Gli unici trattamenti utilizzati sul bimbo erano esclusivamente omeopatici. L’ omeopatia non ha alcun effetto curativo, praticamente  priva di sostanze attive, non fa male ma può uccidere se un malato viene lasciato senza cure mediche.

Sicuramente i genitori di Francesco tutto desideravano tranne la morte del figlio, hanno agito in buona fede anche se il non funzionamento dell’omeopatia è cosa nota, l’informazione non manca. Detto questo non si può sempre invocare  la buona fede dicendo di “non sapere”.

Comunque,  i decreti di colpevolezza, negligenze varie ecc. sono riservati ai giudici, al tribunale, lasciamo a loro le opportune decisioni.

Il caso del piccolo Francesco non è purtroppo l’unico e le dinamiche non sono dissimili, si concludono con la morte per mancanza di cure.

Quello che emerge in queste casistiche è l’incapacità dei genitori di distinguere il reale dal fantastico, una cura da una non cura, la scienza dalla religione. Mancando questa capacità è ovvio che l’argomento salute venga gestito e trattato solo da medici specialisti ed iscritti all’albo.

Non per nulla in questi ultimi giorni l’argomento salute è molto sentito specialmente nel settore delle vaccinazioni ed i vaccini stanno diventando e / o sono diventati obbligatori.

Ricordate quanti genitori, a digiuno di ogni conoscenza medica, invocavano la “libertà di cura” per sottoporre i propri figli al “metodo Stamina” di Vannoni ? , questo perche avevano visto in TV dei servizi fake sull’efficacia del metodo.

Vanno inasprite le pene, vanno forzate le vaccinazioni, va tolto dal mercato ciò che non ha principio curativo e pretende di essere una cura.

Purtroppo la truffa omeopatica muove capitali, pur continuando a non essere una cura.

Le guarigioni raccontate dai pazienti sono dovute a semplici malattie come il raffreddore, malattie che vengono combattute dagli anticorpi nel giro di qualche giorno e vengono credute miracolo omeopatico.

Tornando al caso della morte del piccolo Francesco, Vanity Fair riporta:

«Non usate farmaci», il medico di Francesco, morto di otite, al 118

La telefonata del medico Massimiliano Mecozzi al medico del 118, intervenuto d’urgenza dopo la chiamata dei genitori di Francesco, il bimbo morto a 7 anni per un’otite bilaterale

Categorie
Comunicati BdS

Detective presso Computer Crime Research Center. Investigazioni Roma. Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Seminario Analisi del Crimine Violento Università di Roma
Nessun Commento

Replica al Commento

Per commentare come utente registrato puoi connetterti tramite:




*

*

Lista Siti fake
Preti Pedofili
Libere Donazioni
Ultimi Commenti

TI POTREBBE INTERESSARE