Contattaci

CULTURA

Marco Dimitri svela: come fa David Copperfield a volare? Il trucco più antico

Pubblicato

il

Quelli che mi conoscono bene sanno che mi diletto con trucchi di magia e da bravo curioso mi piace scoprire i segreti dei professionisti. Ormai sono parecchie le persone che mi hanno chiesto “ma come fa David Copperfield a volare?”. Leggendo in giro ho trovato solo immense stupidaggini, molti sono convinti che Copperfield abbia utilizzato un giubbotto della NASA per il suo trucco del volo. Sbagliato! Nulla di simile, vi spiego come ha fatto senza infrangere nessuna regola visto che Copperfield non esegue più questo trucco da qualche anno.

10458429_10202279355761667_2896844742068105351_n

Marco Dimitri

Comunque, spero che David non mi prenda a calci nelle p…  Tutti hanno visto questa illusione stupenda, un trucco in cui David Copperfield si solleva da terra e vola davanti al pubblico allibito. Fluttua nell’aria, passa attraverso cerchi rotanti, viene chiuso in una gabbia trasparente e, anche li, si solleva e vola.

Tante persone, illusionisti o semplici curiosi, hanno tentato invano di scoprire il trucco o, perlomeno di imitarlo. Persino il CICAP ha studiato il fenomeno.

Attorno a questo effetto strabiliante di levitazione, sono stati ipotizzati i teoremi più assurdi, dall’ipnosi di massa all’uso di sofisticatissimi marchingegni d’alta tecnologia.

Bene, vi siegheremo noi, Bambini di Satana, come fa David a volare!
(Sperando che non ci prenda a calci nelle…)

Trucco svelato

Copperfield vola con l’aiuto di particolari cavi, incredibile ma vero! I cavi sono prodotti da pochissime ditte nel mondo. Una di queste ha sede a Las Vegas.

La particolarità di questi cavi è d’essere sottili e in grado di reggere diversi chili, ben oltre il peso di Copperfield e di un eventuale complice.
L’uso di sfondi e luci di colore blu rende praticamente invisibili i cavi al pubblico.

David usa solamente due cavi ancorati al bacino tramite un argano (vedi figure)

1a1b

Ganci e cuscinetti dell’argano consentono a Copperfield di regolare direzione e velocità del volo..

I movimenti vengono diretti a distanza da tre complici, ognuno responsabile di un particolare spostamento. Centinaia di prove riescono a sincronizzare i comandi di Copperfield alle azioni svolte dai manovratori

2. Svelato nel dettaglio.

David chiama due assistenti, una ragazza e un uomo mischiato fra il pubblico, fa sistemare un contenitore trasparente, vi entra e chiede di chiuderne il coperchio.

Si noti che il coperchio viene fatto scorrere, questo perchè i cavi che reggono Copperfield restano ben sicuri ai due lati della lunghezza del coperchio.

4-new

David si libra nell’aria in posizione orizzontale.

5-new

Particolare della posizione di volo verticale.

I collaboratori di Copperfield muovono due cerchi per lasciare intuire che non vi sono corde. Si faccia attenzione a come i cerchi vengono mossi, si noti che il movimento viene interrotto all’altezza del bacino per poi invertirsi .

7

Si noti la posizione e come il volo venga pilotato da terze persone. Copperfield vola guardando in altre direzioni rispetto il senso di marcia.

Come David vola dentro al recipiente chiuso

La risposta è molto semplice, fate attenzione alla figura, i due cavi restano ai lati del coperchio fatto in precedenza scorrere dagli assistenti.

1112

 

10

Si notino i movimenti di David quando la ragazza transita sopra il coperchio. Questa passa fra i due cavi.

Guarda il video completo

 


Un’occhiata accurata sull’ “armatura” che David utilizza per sostenere il peso del corpo (ad inizio video, quando viene  ripreso dal basso si notano i jeans schiacciati contro le gambe) fa comprendere come i personaggi che compiono “levitazioni” adottino vestiti molto larghi (maglioni, tonache…) in grado di  nascondere le strutture di sostegno.

Di seguito spiego come David riesca a “levitare” dentro una scatola trasparente chiusa da tutti i lati.

Guarda l’animazione

Clicca per fare partire l’animazione

[hana-flv-player video=”https://www.bambinidisatana.com/flash1.swf” width=”300″ height=”300″ description=”” player=”2″ autoload=”true” autoplay=”false” loop=”false” autorewind=”true” /][hana-flv-player video=”https://www.bambinidisatana.com/flash3.swf” width=”300″ height=”300″ description=”” player=”2″ autoload=”true” autoplay=”false” loop=”false” autorewind=”true” /]

Semplice no?

15

Marco Dimitri

Detective presso Computer Crime Research Center. Investigazioni Roma. Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Seminario Analisi del Crimine Violento Università di Roma

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia una recensione

Scrivi un commento

Per commentare puoi anche connetterti tramite:




avatar
  Iscriviti  
Notificami

Bufale

La Bufala di Mario Monti indagato

Pubblicato

il

La bufala riporta una notizia che avrebbe origine dal sito Video Italia . La falsa notizia è questa:

“Ha favorito le banche”: Finalmente indagato Mario Monti, il traditore del popolo italiano!

Il governo di Mario Monti e due ex ministri dell’Economia sono sotto inchiesta. L’operazione derivati traMorgan Stanley e il Tesoro chiusa tra il 2011 e il 2012 avrebbe provocato danni erariali per circa 4 miliardi di euro. La procura regionale del
Lazio della Corte dei conti, dopo aver terminato la fase istruttoria, ha presentato alla banca Usa e ad alcuni ex dirigenti del Tesoro quello che in gergo si chiama l’invito a dedurre.

Tra i nomi interessati dalla procedura ci sono Maria Cannata, attuale direttore del Debito, il suo predecessoreVincenzo La Via,Domenico Siniscalco, direttore generale del Tesoro poi passato proprio a Morgan Stanley e Vittorio Grilli, anche lui ex direttore generale del Tesoro. Siniscalco e Grilli sono poi diventati ministri dell’Economia.
In piena tempesta spread – L’istruttoria è stata avvita dalla Corte dei conti all’inizio del 2016. A far scattare la macchina della magistratura è stata la procedura che ha consentito a Morgan Stanley di chiudere anticipatamente, dall’oggi al domani, contratti stipulati con lo Stato italiano per un valore di 3,1 miliardi. L’operazione è stata resa possibile da una clausola, che permetteva appunto alla banca di recedere dai contratti stipulati nei primi anni del 2000, nel caso in cui si fossero verificate particolari situazioni.

Clausola che l’istituto di credito ha deciso di utilizzare nel pieno della crisi del 2011, che ha portato lo spread italiano ha raggiungere numeri da capogiro, ottenendo 3,1 miliardi di euro. A questa cifra si dovrebbero poi aggiungere gli interessi, legati al costo del finanziamento che è stato aperto per coprire il buco creato, che porterebbero il totale a 4 miliardi di euro.
“Il governo favoriva le banche” – Nella relazione dei giudici si leggono accuse pesanti: i comportamenti del ministero a volte sembravano volti “unicamente e senza un valido motivo, a favorire” le banche. Si nota poi “l’anomalo collegamento tra i giudizi di rating e la formazione dei contratti di derivati, cui a volte consegue l’emersione di una situazione di conflitto d’interessi tra le società di rating e gli istituti bancari”. Sullo sfondo, il caos politico che portò alla caduta di Silvio Berlusconi e all’arrivo del governo tecnico targato Monti, con l’occhio benevolo di Ue, Bce e Fmi.

La notizia è diffusa anche dal Sito “Informazione Libera” noto aggregatore di notizie atte ad attirare l’attenzione e conquistare  click.

 

 
  

Licenza Creative Commons

Help Chat 
Continua a leggere

Fumetti

Calimero, il pulcino veneto nero che 50 anni fa conquistò il mondo

È un’ingiustizia però

Pubblicato

il

Calimero, il pulcino nero, comparve per la prima volta esattamente cinquant’anni fa in uno spot della Miralanza. Quinto uovo di una gallina veneta coi mutandoni a pallini e il foulard, si schiuse tardi e iniziò la sua ricerca della mamma finendo subito in una pozzanghera.

Rifiutato prima da un grosso cane, poi da un topo inseguito da un gatto, viene rifiutato anche dalla sua mamma perché “io non ho pulcini neri…”. “Ma se io fossi bianco mi vorresti?”. “Sì certamente, piccolo” replica la gallina veneta in tempi non leghisti. Per fortuna Calimero incontra l’olandesina simbolo dell’industria di Mira che gli spiega: “Tu non sei nero, sei solo sporco”, e gli dà un’ insaponata decolorante che risolve.

Mentre in America stava esplodendo la campagna per l’integrazione e i diritti civili di Martin Luther King, in Italia non si colse la “scorrettezza” di un messaggio allora letto senza alcuna malizia o doppio senso razziale. La sua frase “Eh, che maniere! Qui tutti ce l’hanno con me perché io sono piccolo e nero… è un’ingiustizia però” entrò nel lessico italiano facendo del piccolo pulcino dei fratelli veneziani Nino e Toni Pagot, con la voce di Ignazio Colnaghi, un vero e proprio “cult”.

«Nino Pagot, Pagotto il vero cognome, – ricorda Piero Zanotto, grande esperto di cinema e fumetti – era veneziano di nascita ma si trasferì presto a Milano dove nacque il fratello Nino. Insieme cominciarono a fare fumetti, illustrare libri della Scala d’oro della Utet, fino ad iniziare quella scuola disneyana che avrebbe poi prosperato nella nostra regione. Fu il primo a continuare su licenza Disney la storia di Biancaneve con due episodi, lei sposata col principe, con un figlio e col mago Basilisco che la insidia, e poi, nel ’39/’40 “I sette nani cattivi contro i sette nani buoni”. Era un gran lavoratore, e con “I fratelli Dinamite” realizzò il primo film d’animazione italiano, che conteneva una sequenza “veneziana”».

 

 

I fratelli Pagot si occuparono anche delle animazioni di Cocco Bill e dei personaggi di Hanna e Barbera (Yoghi, Braccobaldo) e Nino scomparve nel 1972, a 64 anni dopo aver fatto di Calimero (nome mato dalla chiesa di San Calimero frequentata dai Pagot) un mito ma senza poter vedere sul piccolo schermo l’ultima creazione per la pubblicità, il draghetto Grisù.

Ma perchè Calimero ha avuto tanto successo? «È in fondo la storia del brutto anatroccolo – commenta Annamaria Testa, esperta di pubblicità e docente alla Bicocca di Milano – e funzionava come molte altre storie perchè la struttura narrativa di Carosello era tale da consentire di creare queste storie da due minuti, che intrattenevano l’ascoltatore. Questa è una delle tante. Una storia semplice che finiva bene, dopo alcune disaventure, con un pulcino carino, tenero, piccolino».

Calimero

la versione giapponese di Calimero

Simbolo dei tempi? «Non farei di Calimero più di quel che è. Quel tipo di narrazione è finito quando si è smesso di fare spot da due minuti e si è entrati nel modulo da 30 secondi, ma è anche finito perchè si è rinunciato a narrare. All’estero invece ci sono tuttora grandi narrazioni pubblicitarie che hanno presa, fanno pensare, parlare, e anche il web che permette di fare narrazioni anche più lunghe è una opportunità». Intanto il piccolo pulcino ha ritrovato quest’anno la sua strada narrativa in una nuova serie a episodi per la tv, 104, realizzati in Francia, e un sito internet, www.calimero.com, con giochi, filmati, barzellette, fiabe. Ed in Giappone – dove è un piccolo mito – lo hanno disegnato in 3D. Ma quando tra i disegni si trova un Calimero col pallone da calcio e la maglia rossonera come si fa a non pensare a un altro personaggio dello sport italiano pronto a lamentarsi dicendo “Perché sempre io?”

 
  

Licenza Creative Commons

Help Chat 
Crediti :

il Gazzettino

Continua a leggere

Bufale

Bufala: in cielo appare la croce di Gesù. La foto che sta esaltando i credenti è un falso

 

Bufala!

Pubblicato

il

Ennesima versione di una vecchia bufala itinerantepubblicata sul blog La Repubblica Italia il 25 marzo 2018: Ci sono storie incredibili, come quelle di apparizioni fulminee, che in un baleno, ridanno speranza e fiducia alle persone di tutto il mondo. Sì, perché questa è la storia di Adamo Cadmoni, studente della provincia catanese in volo verso Amsterdam con degli amici per una vacanza di piacere post-esami.

Adamo, ad un certo punto, ha scattato quella che potrebbe essere la foto del decennio, forse del secolo: “Ero seduto sul posto accanto al finestrino e ho visto comparire quella visione. Inizialmente non ho creduto ai miei occhi, così ho chiesto confermai ai miei compagni di posti che increduli non hanno potuto che confermare le mie visioni.

Quella in cielo, a 5000 metri di altezza era una croce di Cristo, una visione, un miracolo, chiamatelo come vi pare, abbiamo fatto decine di foto più o meno buone a quella immagine che ha lasciato tutti noi a bocca aperta per alcuni minuti. Subito dopo, si è smaterializzata di fronte ai nostri occhi, causando un senso di grande gioia e rivelazione. Che incredibile emozione”. Adamo ha rilasciato la foto a bufale.net che ha potuto, quindi, pubblicarla in anteprima. Secondo l’esperto cristologico, Josef Lakatena si tratta di miracolo: “Il Signore, quasi per legge di vicinanza, si manifesta quanto più in alto. Non è raro trovare testimonianze di alcuni astronauti che dicono di aver visto il volto di Dio nell’universo. Bene, questa volta ha voluto dare un segno divino più in basso, incredibile ma vero, come si dice, le vie del signore sono infinite, è proprio così”. Vi lasciamo a meditare sulla foto che sta facendo da alcune ore il giro del web.

Parliamo di nuova versione in quanto, in precedenza, lo stesso testo era stato pubblicato dal Fatto Quotidaino con Bari come teatro dell’inesistente manifestazione divina. Riflettiamo, ancora una volta, sui nomi di fantasia: Adamo Cadmoni altro non è che la parodia del nome di Adam Kadmonpersonaggio di fantasia che compariva nella trasmissione televisiva Mistero.

Josef Lakatena, invece, compare in tutti i siti diffusori di bufale.

 Si tratta, dunque, di una bufala-zombie riproposta oggi da un blog in una nuova versione.
 
  

Licenza Creative Commons

Help Chat 
Crediti :

Bufale.net

Continua a leggere

Newsletter

Commenti più votati

  • 9 February 2018 by Giovanni Darko

  • 1 March 2018 by Graziella Di Gasparro

2

Tesla nello Spazio, smontiamo le obiezioni dei terrapiattisti

c’è bisogno di dare retta ai dementibiblici?
  • 20 February 2018 by

2

Tesla nello Spazio, smontiamo le obiezioni dei terrapiattisti

Sul serio c’è gente che pensa che la terra sia ...
  • 17 February 2018 by Simona Masini

2

I nanorobot sono in grado di distruggere ogni tipo di tumore

Trovi qualcosa qua : https://www.bambinidisatana.com/arrivo-la-pillola-inverte-linvecchiamento/
  • 14 February 2018 by Bambini di Satana

I più letti

Loading...