Contattaci

Comunicati BdS

Attenti alla pubblicità della pagina Dott.ssa Maria Papavasileiou “Dieta Personalizzata”

Pubblicato

il

In merito a questo articolo inerente alla signora Maria Papavasileiou , ringrazio pubblicamente tutte le persone che mi hanno inviato messaggi di solidarietà dopo avere saputo che sono stato diffidato dal legale della signora Maria Papavasileiou per avere scritto questo articolo. Mi hanno contattato persone fra cui avvocati e finanziatori in caso di spese legali che dovrò supportare. Il mio intento è quello di non rimuovere questa pagina e se una rimozione dovrà esserci dovranno farlo terze persone di forza. La diffida che ho ricevuto l’ho pubblicata a fondo articolo seguita dalla mia risposta. Da parte mia ho evidenziato che la signora Maria Papavasileiou non è un medico e per fare diete personalizzate bisogna essere medici, ho evidenziato che il video proviene e linka non alla pagina del profilo della signora Maria Papavasileiou ma alla pagina della sua attività “Dieta Personalizzata”. 

I punti contemplati nel mio articolo non infrangono nessuna dignità della persona e sono i seguenti:

  • La Signora Maria Papavasileiou NON PUO’ fare diete personalizzate per il semplice motivo che non è un medico
  • La medicina ortomolecolare non esiste nella scienza medica che la disconosce
  • La salute va tutelata soltanto dai medici nelle relative specializzazioni
  • La dieta vegana non è riconosciuta dalla medicina che ne afferma la pericolosità
  • Il tumore va curato soltanto dagli oncologi

L’articolo 348 del Codice Penale recita:

Chiunque abusivamente esercita una professione (1), per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato [2229] (2), è punito con la reclusione fino a sei mesi o con la multa da centotre euro a cinquecentosedici euro.

Note
(1) Il requisito dell’abusività richiede che la professione sia esercitata in mancanza dei requisiti richiesti dalla legge, come ad esempio il mancato conseguimento del titolo di studio o il mancato superamento dell’esame di Stato per ottenere l’abilitazione all’esercizio della professione. Integra il reato anche la mancata iscrizione presso il corrispondente albo.

(2) La Corte Costituzionale ha respinto la questione di legittimità costituzionale della norma in esame rispetto ai principi di tassatività e determinatezza con la sen. 27 aprile 1993, n. 199, che però ha al contempo affermato la natura di norma penale in bianco, in quanto necessita, a fini integrativi, del ricorso a disposizioni extra penali che stabiliscono i requisiti oggettivi e soggettivi per l’esercizio di determinate professioni.

È utile ricordare che la signora Maria Papavasileiou è sedicente esperta di medicina ortomolecolare in pratica una pseudoscienza disconosciuta dalla medicina e che non è stata sottoposta o non ha superato le verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico.

Non essendo medico non può prescrivere diete personalizzate di alcun tipo.

CHI PUO’ PRESCRIVERE DIETE?

riporto letteralmente da Dietoterapia E Nutrizione Clinica:

Solo il MEDICO e il BIOLOGO possono occuparsi di nutrizione umana, fare diete e prescrivere integratori, attenzione ai “nutrizionisti” abusivi e ai fantomatici esperti.
Chiedete sempre al professionista cui volete affidarvi per perdere peso o migliorare la vostra salute o la vostra fitness attraverso l’alimentazione se è abilitato dalle legge a fare il dietologo/nutrizionista.
Il DIETISTA è un professionista tecnico-sanitario specificamente formato che può fare diete personalizzandole solo se precedentemente prescritte da un medico.
La professione del nutrizionista è una professione che richiede una preparazione scientifica di livello universitario.
Elenco alcune delle professioni che NON POSSONO elaborare diete o fare il lavoro del nutrizionista e che se lo facessero commetterebbero ESERCIZIO ABUSIVO DI PROFESSIONE e sarebbero passibili di denuncia.
Le professioni sotto riportate potrebbero a vario titolo occupandosi di benessere, estetica, salute, cura e commercio di prodotti dimagranti, farsi “tentare” dalla voglia di mettersi a dare diete o di svolgere il lavoro del nutrizionista, ma va chiarito che non possono farlo.
– farmacista (consiglia integratori ma non può prescrivere diete)
– tecnologo alimentare (solo educazione alimentare non personalizzata)
– personal trainer
– istruttore laureato in scienze motorie
– fisioterapista
– infermiere
– naturopata
– estetista
– chimico
– psicologo
– consulenti/venditori di prodotti o integratori per dimagrire
Una dieta è tale se vengono indicate per ISCRITTO anche solo una delle seguenti:
– indicazioni del singolo alimento da mangiare
– indicazione/ripartizione di alimenti nei pasti in cui consumarli
– le quantità precise (grammature degli alimenti)
Il vero professionista della nutrizione abilitato ad elaborare diete o piani alimentari PERSONALIZZATI in forma scritta è il MEDICO NUTRIZIONISTA, il BIOLOGO NUTRIZIONISTA o il DIETISTA, ma solo quest’ultimo può farle per sani e malati previa prescrizione medica.
Le schede alimentari di quelle che circolano in palestra sono DIETE che vengono “personalizzate” il più delle volte da istruttori fitness o di body building.
Queste persone elaborandole e consegnandole alla clientela svolgono esercizio abusivo di professione e non hanno alcuna abilitazione e competenza ad occuparsi e seguire l’alimentazione dell’uomo tanto meno dello sportivo anche sano.
Perciò in guardia, e denunciare può essere un modo per inibire l’abusivismo e tutelarsi.
Come capirlo? Semplice.

Bene, la Papavasileiou non può gestire pagine su diete personalizzate, non può dare consigli riservati ad un medico, non può abbozzare diete personalizzate per il semplice fatto che non è un medico. Sebbene la Signora Maria Papavasileiou tramite il suo legale affermi di non avere mai vantato titoli medici, l’uso di un video in cui un soggetto afferma di guarire dal cancro (video ora non più presente nella pagina della signoraMaria Papavasileiou)  , linkato alla pagina dell’attività della Signora Maria Papavasileiou con tanto di foto e camice bianco spinge gli utenti a cadere in fraintendimenti. Da qui il mio allertare.

Preciso che non conosco la signora Maria Papavasileiou, non ho quindi motivo di redarre questo articolo che non sia quello di difendere la scienza dall’enorme disinformazione che arreca la pseudoscienza tramite l’eco informatica.

In ultimo, al legale della sSgnora Maria Papavasileiou ho da tempo replicato all’email contenente la diffida dato la mia disponibilità a pubblicare le ragioni della sua assistita in caso avesse volontà di smentirmi. Ad oggi non ho avuto alcuna risposta (come da prassi…).

Marco Dimitri

L’articolo

Periodo natalizio, il 26 dicembre nel momento in cui sto scrivendo.  Di nuovo circola in rete e sui social network un video che incorporo in fondo a questo articolo.
Nel video si vedono un uomo ed una donna molto simpatici, i due mostrano a turno dei cartelli che narrano la loro storia d’amore, di come si sono conosciuti ed abbiano preso un caffè, delle loro gite romantiche, del tumore che la donna ha avuto e da cui lentamente e con pazienza è guarita.

Fino a qua nulla di male, anzi, il video è carico d’amore e di speranze per tutti ed è condito da un sottofondo di musica natalizia. Non si capisce il motivo della diffusione del video perchè, in fondo, sono intimità personali dei due protagonisti.

Ora attenzione, vediamo CHI ha inserito il video ed il suo probabile scopo:

Il video è stato proprio proposto dalla pagina Facebook “Dieta Personalizzata” e, se clicchiamo sul link, vediamo che la pagina in questione è gestita dalla Dott.ssa Maria Papavasileiou  dietista specializzata in Alimentazione naturale, vegetariana – vegana – cruelty free, programmi dietetici e medicina ortomolecolare. (ho copiato ed incollato le credenziali dalla sua stessa pagina Facebook).

Quello che appare evidente è che non ha un titolo inerente all’oncologia, la diffusione del video appare impropria e pare quasi mirata ad associare il nutrizionismo vegano alla guarigione dei tumori. Ora non so se i due protagonisti del video siano a conoscenza dell’uso del loro video per aumentare consensi nella pagina che pubblicizza l’attività di questa dottoressa, non so nemmeno se la dottoressa Dott.ssa Maria Papavasileiou  abbia diffuso il video per sentimento personale o per promuovere click nella sua pagina, quello che so è che NON ESISTE alcuna relazione tra alimentazione vegana e guarigione dai tumori, questo è riconosciuto dalla scienza ufficiale così come la stessa scienza (ricordo a tutti che la scienza è solo UNA e non esistono altre scienze “fai da te”). Addirittura l’alimentazione vegana NON è riconosciuta dalla medicina, anzi, è stata spesso causa di morte di alcuni pazienti come nell’articolo a questo LINK in cui è presente un fatto di cronaca in cui un bambino è morto proprio a causa della dieta vegana che lo a condotto ad uno stato di denutrizione e delle cure omeopatiche.

Anche le specializzazioni di questa dottoressa non sono specializzazioni scientifiche reali, ad esempio guardando su Wikipedia la medicina ortomolecolare di cui la dottoressa vanta specializzazione non è riconosciuta dalla medicina (link a Wikipedia)

Ma non è tutto, la dottoressa Maria Papavasileiou  NON APPARE NELL’ORDINE DEI MEDICI, se inseriamo il suo nome nel modulo di ricerca dell’ordine dei medici  la signora Maria Papavasileiou  non appare, provate anche voi cliccando questo link.

Fa abbastanza specie vedere un medico (sedicente a quanto pare) utilizzare video che raccolgono un mare di condivisioni, relative ai soli due soggetti che lo interpretano e non certo per l’attività di questa dottoressa, per promuovere argomenti delicati relativi alla nutrizione che sono addirittura disconosciuti dalla scienza medica.

Devo ricordarvi che in letteratura ci sono diversi casi di tumori regrediti spontaneamente e che la nutrizione vegana non ha alcun influsso sulle guarigioni. La stessa alimentazione vegana è riconosciuta scientificamente come estremamente dannosa perchè priva di vitamina B12 fondamentale per l’organismo umano. L’unica alimentazione completa e salutare riconosciuta dalla medicina è quella legata alla dieta mediterranea, di seguito la piramide alimentare contemplata dalla medicina seria (un click per ingrandire l’immagine).

Maria Papavasileiou

Se analizziamo la pagina della  Dott.ssa Maria Papavasileiou possiamo notare come sembri più una pagina di ricette per cucina che una pagina medica, bisogna prendere la sana abitudine di cercare sempre e comunque le fonti mediche onde evitare di creare danni alla nostra salute o intraprendere diete antiscientifiche o dannose.

Anche l’amore per gli animali è importanti, studi ufficiali hanno evidenziato come la stessa alimentazione vegana provochi più uccisioni di animali di quella onnivora (guardate questo link).

Attenti anche agli alimenti biologici perchè biologici non sono, come è dimostrato dalle recenti indagini di polizia tiportate a questo link.

Non lasciatevi incantare dal contenuto di un video o da immagini condite da testi accattivanti, prima di condividere e creare danni seri cercate di sondare sempre e comunque le fonti scientifiche serie. Per colpa della diffusione di materiali non idonei sono morte delle persone, sono morti dei malati, sono morti di denutrizione dei bambini.

Marco Dimitri

UPDATE:

In data 17 02 2015 ricevo un’email con una diffida da parte dell’avvocato della Signora  Maria Papavasileiou dove in sostanza mi viene gentilmente richiesto di oscurare l’articolo.
Ho deciso di non adempiere a questa richiesta in quanto sono convinto di non avere infranto nessun codice. La mia risposta comunque è in fondo alla diffida e lascio ai lettori l’opinione finale.

OGGETTO: diffida alla immediata rimozione del post inerente la mia persona, pubblicato sulla Vostra pagina online in data 26 dicembre 2014 e intitolato “Attenti alla pubblicità della pagina Dott.ssa Maria Papavasileiou – Dieta Personalizzata – ecco il perché”.
Ricevo espresso incarico dalla Dott.ssa Maria Papavasileiou, di rappresentarVi quanto segue.

PREMESSO

-Che in data 11 febbraio c.a. la Dott.ssa Maria Papavasileiou veniva a conoscenza dell’avvenuta pregressa pubblicazione sulla Vostra pagina online, facente data 26 dicembre 2014, di un articolo intitolato “Attenti alla pubblicità della pagina Dott.ssa Maria Papavasileiou –Dieta Personalizzata- ecco il perché”;

-Che il contenuto del suddetto articolo faceva riferimento esplicito ad una pagina Facebook gestita ed amministrata dalla mia assistita;

-Che veniva istaurata una “querelle” su un presunta duplice finalità di carattere pubblicitario, piuttosto che per puro sentimento ed ammirazione dei due protagonisti, della condivisione di un video youtube, intitolato “M. e R. due persone speciali che ci mandano questo messaggio di auguri”.

-Che si riferiva falsamente, di come la Dott.ssa Maria Papavasileiou avesse millantato e pubblicizzato il possesso di titoli professionali, da lei mai né divulgati, né pubblicizzati.

-Che si riferiva del pari falsamente, di come la professionista avesse pubblicizzato presunte finalità curative di cellule tumorali della dieta personalizzata da lei proposta;

-Che si additava la pagina professionale Facebook gestita dalla predetta come “una pagina di ricette da cucina”.

-Che l’articolo registrava immediatamente un elevato numero di visualizzazioni, commenti e condivisioni;

CONSIDERATO

-Che quanto riportato nell’articolo in oggetto non corrisponde a verità.

-Che lo scritto, con carattere diffamante, è lesivo dell’immagine personale e professionale della dottoressa Papavasileiou;

-Che alcun titolo professionale diverso da quelli effettivamente conseguiti è stato da costei mai millantato, né pubblicizzato;

-Che la condivisione da youtube del video “M. e R. due persone speciali che ci mandano questo messaggio di auguri” è stata effettuata per puro sentimento ed ammirazione nei confronti dei protagonisti e non per speculare subdolamente della toccante registrazione;

-Che lo scritto di cui si fa menzione, dato l’elevato numero di visualizzazioni e condivisioni, sarà senz’altro foriero di sicure ripercussioni sull’attività lavorativa della dott.ssa Papavasileiou, danneggiandone l’immagine professionale.

Tutto ciò premesso e considerato, V’invito e diffido a voler provvedere quanto pima all’ immediata rimozione dello scritto in oggetto dalla Vostra pagina online. In mancanza e senza ulteriore avviso, sarà costretta ad adire a competenti sedi, al fine di far valere le mie ragioni, con annessa richiesta di risarcimento e spese a Vostro totale carico.

Roma, addì 17/02/2015

La mia risposta al legale della signora Maria Papavasileiou:

Gentile avvocato, lo scopo principale della nostra realtà è quello di fare luce sulle Incongruenze e sugli inganni di carattere scientifico rivolto al sociale.

La Sua assistita non risulta essere un medico, almeno non vi è traccia nell’Ordine dei Medici italiano o estero.

Promuovere video o testi  rivolti a persone malate di cancro il cui epicentro è “guarire con l’alimentazione” è scientificamente una truffa oltre che moralmente antiestetico.

Nessuna delle argomentazioni in cui la Sua assistita vanta di essere “dottoressa” è riconosciuta dalla scienza.

Declino quindi il Suo gentile invito perché non è presente nell’articolo da me scritto alcun fatto non reale o passibile di querela, tantomeno presumere il collegamento di un video rivolto a quelle persone che si sono ammalate di cancro all’attività di una persona non in possesso di titoli medici non può essere considerato reato ma dovere civico di ogni cittadino.  Presumere non è reato ed ancora di più non lo è se basato su argomentazioni testè riportate.

Saluti

Marco Dimitri

Ad ogni buon conto e per deontologia pubblico il Suo gentile invito e la mia risposta nella pagina in cui è presente l’articolo.

 IN CONCLUSIONE

Trovo un po’ strano avere ricevuto una diffida alla rimozione immediata di questo articolo (che ovviamente non ho rimosso) perchè un legale dovrebbe conoscere che la salute va gestita da medici iscritti all’Ordine. Il video non lincava al profilo Facebook della signora Maria Papavasileiou ma linkava alla pagina Facebook dell’ ATTIVITA’ della signora Maria Papavasileiou, personaggio che si presenta con tanto di camice bianco ed il titolo “dottoressa” e che facilmente può trarre in inganno gli utenti. Mettiamo il caso che io, sprovveduto, capito in una pagina che tratta di diete personalizzate e vedo che chi la gestisce ha il camice bianco ed il titolo di dottore, mi fido, magari non conoscendo che la medicina ortomolecolare è una pseudoscienza e non può per legge costituire materiale per una dieta personalizzata. Eiste una gigantesca ed insormontabile differenza tra personali convinzioni e scienza, la personale convinzione non è materia con cui trattare la salute degli altri, la scienza risponde alla logica del metodo scientifico di Galileo ed è quindi un dato concreto di ripetitività dei risultati di un esperimento annotato.

Comunque, sempre, per qualsiasi questione di salute, chiedete al vostro medico, non lanciatevi nelle mani di chi non ha titoli.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Per commentare puoi anche connetterti tramite:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comunicati BdS

Il rapporto tra i BdS ed Andrea Pinketts

A volte è osceno il tipo di giornalismo che, approfittando della scomparsa di una persona, inventa le cose più bizzarre

Pubblicato

il

Sono amareggiato nell’apprendere della morte dell’amico Andrea Pinketts. Bene o male ha avuto un piccolo ruolo nei Bds, non certo il ruolo che descrivono alcune testate di serie B.

marco dimitri

Andrea Pinketts, non mi piacciono la maggiore parte dei suoi libri, mi faceva schifo quel moncherino di sigaro che stringeva tra i denti e che puzzava dandomi il voltastomaco.

Allora perchè ero affezionato a lui? Semplicemente perchè mi faceva ridere, perchè era estremamente simpatico. Ricordo un paio di trasmissioni televisive, l’ultima era con Milingo e, sia io che Andrea non potevamo trattenere le risate sentendo parlare di esorcismi, di incontri con l’Arcivescovo e “satana” (in realtà una parte del delirio di Milingo).

Venendo alla vicenda “caso Musti” ovvero l’inchiesta contro i BdS pilotata dal Gris della curia e che costò a noi 400 giorni di carcere in regime di custodia cautelare per poi essere assolti perchè “il fatto non sussiste” nei vari gradi di giudizio (innocenti con formula piena perchè i reati non sono mai accaduti).

Alcuni giornalisti, approfittando della morte di Andrea Pinketts hanno scritto che questi contribuì alla nostra cattura nel “caso Musti”.

Nulla di più falso!

In realtà quello che facemmo con Andrea Pinketts fu una sorta di pubblicità, dopo avere avvisato i carabinieri di Sasso Marconi di alcune riprese per i giornali, abbiamo simulato l’iscrizione di Andrea Pinketts nei BdS, era presente un fotografo di Repubblica, una modella, un piccolo fuoco. In tutti gli scatti Pinketts aveva il sigaro stretto in bocca. Tutto li… scatti pubblicitari finiti in seguito su un settimanale e in una trasmissione a tele Lombardia con Milingo.

Durante il processo del “caso Musti” Pinketts venne a testimoniare e testimoniò a nostro favore affermando che eravamo dei ragazzini che facevano riti innocui attorno al fuoco.

Tutto il resto è pura invenzione giornalistica.

Anche il fatto che Pinketts si infiltrò nei BdS fu una mossa pubblicitaria per un suo libro.





Licenza Creative Commons



Continua a leggere

Comunicati BdS

Gilet gialli, poliziotti francesi fermano un disabile e lo fanno cadere dalla carrozzella

Il video è stato diffuso da un cittadino manifestante

Pubblicato

il

Decisamente non si può parlare di questi personaggi come “poliziotti” ,  la Polizia, la Gendarmeria sono enti di salvaguardia e tutela, sono organi esecutivi anche al costo della vita. Ugualità nei diritti, libertà, fratellanza, lo spirito francese non possono che essere sdegnati nel vedere queste immagini degni dei peggiori film horror.

marco dimitri

Non entro nel merito delle ragioni o  dei torti di chi manifesta,  come manifesta, cosa reclama. No… Qualsiasi tipo di manifestazione, qualsiasi richiesta, qualsiasi modo di manifestare NON ESISTE che dei “poliziotti”  un’arma di prestigio come la Gendarmeria, scaraventi un cittadino invalido  per terra con tutta la carrozzella.  Spero che vengano presi severi provvedimenti contro gli autori lontani anni luce dallo spirito che anima la polizia.

 

 

Un motivo in più perchè venga applicato , agli operatori di polizia, il numero identificativo, una garanzia per se stesso e per i propri colleghi.

Marco Dimitri





Licenza Creative Commons



Continua a leggere

Comunicati BdS

Involuzione pratica

Sarà questione di pelle? Genetica? Culturale?

Pubblicato

il

Premetto come al solito che l’immigrazione è giusto  che venga regolarizzata.  E’ giusto che  il clandestino venga fermato e il diritto d’asilo sia esercitato e concesso a chi ne ha vera motivazione.

marco dimitri

Personalmente  non ho simpatie politiche, non ho un’attrazione per la destra, per la sinistra, per il centro, anzi… Detesto le figure dei leader, di tutti i leader. E’ l’idea e non l’idolo ad avere un’onda portante evolutiva o involutiva.

Quello che stiamo vedendo in questi periodi è una guerra dei colori e più il contrasto cromatico è alto, più  l’odore della guerra  necessita di motivazioni subdole, che siano allarmanti quanto risibili. Rivendichiamo le radici storiche cristiane (quasi 100% bufale e leggende metropolitane)  però il nero delle carnagioni dell’epoca non ci da fastidio, perchè siamo civili ed il cristianesimo è civiltà. In realtà la religione, tutte le religioni, sono materia per visionari, per popoli involuti, per chi non è capace di riconoscere  la scienza come strumento di misura e di modifica del circostante.

Lo so, è brutto dirlo, ma ci sono persone che cerebralmente non ci arrivano, è una questione genetica, la stupidità è genetica. Professori che hanno avuto  l’onore di accedere alla cultura, universitari che hanno avuto la fortuna  di avere una famiglia che gli sostenesse gli studi, oggi queste persone le vedi dichiarare che la Terra è piatta, che ci sono le scie chimiche lanciate dai governi  per farci ammalare. I vaccini? No, giammai!  Si incrementano le epidemie  e si colpevolizzano le case farmaceutiche di somministrarci potenziali veleni.

Si dimentica il passato, si dimentica che malattie orribili sono state debellate dal costante lavoro degli scienziati.

Oggi siamo su Marte.. Non fa notizia, anzi leggete cosa è accaduto in un asilo di  Codroipo ( Udine )

 

da: il Giornale

“I bambolotti con la pelle scura banditi dall’asilo nido comunale

Scontro in consiglio comunale a Codroipo (Udine). La maggioranza approva il nuovo regolamento per gli asili: via ogni riferimento alle “culture diverse”

Persino i bambolotti dalla pale scura. Succede a Codroipo, un paesino di poco più di 16mila abitanti in provincia di Udine, è stato eliminato, dove un emendamento approvato dalla maggioranza in consiglio comunale ha fatto piazza pulita di qualsiasi riferimento alle “diverse culture” o alle “culture di provenienza” degli alunni.

Per seguire il nuovo regolamento, come riportato dal Messaggero Veneto, non verranno banditi soltanto bambolotti con la pelle scura, ma dall’asilo nido verranno fatti sparire anche gli strumenti musicali, che solitamente vengono suonati in altri Paesi, e i giocattoli di “culture diverse”. Come spiega Repubblicca, che ha subito ripreso la notizia, qualsiasi modifica al regolamento deve essere decisa dagli uffici del Comune e poi deve essere approvata dalla Giunta assicurandosi che non si entri in conflitto con le leggi della Regione Veneto sull’accreditamento delle strutture per l‘infanzia.

“I nostri valori – ha tuonato la sinistra in Consiglio comunale – sono forti proprio perché non temono l’apertura e l’incontro con altre culture”. L’obiettivo dell’opposizione era, infatti, introdurre giochi che “fanno riferimento alle diverse culture e alla cultura di provenienza” per evitare l’emarginazione dei bambini stranieri. Il sindaco di Codroipo Fabio Marchetti ha, invece, messo in chiaro che il regolamento deve fare in modo che si annullino le differenze sociali e non certo disciplinare le differenze tra “culture diverse”. E così la maggioranza di centrodestra ha presentato un emendamento per correggere quanto proposto dalla sinistra ed eliminare qualsiasi riferimento alle dei “culture di provenienza” bambini stranieri.”

 

Fino a pochi anni fa la pubblicità dei biscotti  Ringo ci scartavetrava gli attributi con pubblicità tipo questa (vedi video)

 

Il video chiudeva con le mani di un bambino bianco ed uno nero che si davano il classico “cinque” , anche per simboleggiare i due colori del biscotto, ma l’idea era quella di partecipazione al gioco a prescindere dai colori della pelle.

Se poi consideriamo che cittadini del sud Italia sono anche più neri di questi “invasori”. Ma lasciamo stare.

Si dice che è questione di cultura, la cultura dell’islam è violenta, vi ricordo che anche italiani e cattolici non fanno cose diverse dagli islamici, se vediamo le cronache, in Italia abbiamo una strage in famiglia quasi ogni giorno,  donne picchiate, uccise, uomini picchiati, uccisi… bambini picchiati, uccisi… Tutto made in Italy  e nelle migliori famiglie.

Se proprio vogliamo dirla tutta è proprio il Governo italiano ad essere sempre più somigliante all’Islam.

Ah… Non dimentichiamo il gran numero di coppie gay picchiati selvaggiamente perchè… sono colpevoli di essere nati gay.

Se proprio la scusante per  rimuovere i bambolotti neri dagli asili deve essere quella che “siamo in Italia e tutto deve essere italiano” allola buttate tutti i prodotti esteri, automobili, elettrodomestici ecc. perchè provengono dall’estero.

Marco Dimitri





Licenza Creative Commons



Continua a leggere

Chi Siamo

Dicono di noi

4 star review  Da seguire !! Un analisi lucida e assolutamente razionale sui fatti scomodi alla chiesa che come sempre i media non hanno il coraggio di divulgare .

thumb Fabio Gabardi
1/03/2018

Facebook

I più letti