Contattaci

Comunicati BdS

Uno Stato teocratico è uno Stato di morte

Pubblicato

il

Ennesima vittima dell’involuzione intellettuale che ha per base la cultura cattolica intenta a reprimere l’espressione dell’ego e della natura umana condannando tutto ciò che non adempie al suo stereotipo, tutto ciò che non è famiglia procreativa e tradizionale, devota ed immacolata, ipnotizzata dal regime dell’orrore vaticano.Stavolta la vittima è un bambino di quattordici anni, portato al suicidio perchè omosessuale, deriso, emarginato, lasciato solo con quello che gli facevano percepire come un dramma, una malattia, una diversità.
Della sua vita, ora, è rimasto solo un biglietto «Sono omosessuale, nessuno capisce il mio dramma e non so come farlo accettare alla mia famiglia» scritto prima di infliggersi la punizione più estrema, la morte.
Si è gettato dal terrazzo del suo palazzo romano. Domani questa storia sarà dimenticata, come accadde per il suo coetaneo, conosciuto meglio col soprannome “il ragazzo dai pantaloni rosa”, perchè così funziona, nulla cambia nel Paese, tutto rimane immutato, aumentano i bambini suicidi, quello si.

Eppure non è difficile comprendere che l’omosessualità non è un problema, non necessita di ghetti, di tolleranza, di compassione, è un orientamento personale, non scelto, vissuto alla stessa maniera dell’orientamento eterosessuale, non è una malattia, non è l’anticamera dell’inferno, non è un drago volante.

adQualche anno fa vi fu un tentativo di normalizzare l’omosessuale concedendogli la possibilità di unirsi in matrimonio, poi intervennero i padroni del mondo, quelli che dicono che siamo un Paese democratico, intervenne il Vaticano, in quel periodo eravamo sotto il regime di Ratzinger, prima che passasse la palla al nuovo dittatore argentino, meglio conosciuto come Francesco il papa umile. Non se ne fece più nulla, gli omosessuali continuano ad avere trattamenti diversi dalle persone normali, niente possibilità di matrimonio, niente adozioni, niente di niente, costretti a ritrovarsi in bar per omosessuali, in discoteche per omosessuali, in spiagge per omosessuali, in librerie per omosessuali e quanto di più “per omosessuali” si possa immaginare. C’è da stupirsi che in un Paese teocratico, ironia della sorte chinato a 90 gradi alla cappella Sistina, gli omosessuali possano sedersi sull’autobus e non siano costretti a cedere il posto agli eterosessuali. Pochi mesi fa, il vaticano ha anche bandito il paradiso a chi pratica l’omosessualità.
Il risultato di questo massacro psicologico al servizio del nulla, lo subiscono le persone più delicate: i bambini, ormai consapevoli che, come omosessuali, gli spetta un futuro vuoto, senza famiglia, senza affetti, da vivere nel segreto pena l’emarginazione, l’allontanamento da chi magari in segreto si ama.
Cosciente di questi problemi trovo che l’unica soluzione sia di intervenire sul piano politico tramite l’abolizione dei patti lateranensi, quindi di mantenere Stato e Chiesa separati e ben distinti.
Non possiamo ridare la vita a questo ragazzino, però possiamo impedire che altri vengano massacrati e costretti alla stessa sorte.

Marco Dimitri

 

IL RAGAZZO DAI PANTALONI ROSA

Quando l’unica maniera di vivere è morire…

Un ragazzino di 15 anni si è tolto la vita impiccandosi nella propria abitazione a Roma.
Messo alla gogna e deriso da compagni di scuola ed insegnanti per la sua omosessualità, per il modo di vestire, perchè così deve essere nella logica di una società indottrinata dal regime di controllo.
E’ l’anno 2012, il liceo è un prestigioso liceo scientifico dedicato a Cavour, anche se di scientifico pare non avere nulla, anzi, rimane ancorato a vecchi teoremi superstiziosi gestiti dai modelli religiosi.

2013031851Il ragazzino suicida non chiedeva nulla di atipico alla vita, voleva viverla all’insegna di se stesso, voleva esprimere, giocare, studiare come tutti gli altri coetanei, nemmeno chiede oggi di diventare un martire, un’icona un simbolo.
Deriso sia in ambiente scolastico che su Facebook dove era stata allestita una pagina col puro scopo di trasformarlo in un essere uscito male, vestito in rosa, col nome storpiato al femminile.
Oggi il liceo scientifico Cavour di Roma si preoccupa di salvaguardare il buon nome ed il prestigio, tramite la preside ci fa sapere che il liceo è aperto mentalmente e condanna l’omofobia, nessuna derisione in classe, mentre la pagina di Facebook solo un bel momento fra amici. Nessuna parola spesa davanti al dolore della vittima, costretta ad infliggersi la punizione più estrema: la morte.

E’ da sottolineare che il suicidio è avvenuto poco dopo il rimprovero davanti ai compagni di scuola da parte di un insegnante, perchè il ragazzino aveva lo smalto alle unghie.
Un rimprovero che lascia sbalorditi, specialmente se a farlo è un insegnante di un liceo scientifico, incapace di comprendere che la vita e la sessualità che genera sono poliedriche.
Oggi quest’insegnante occupa ancora il proprio posto di lavoro anche dimostrando di non essere adatta all’insegnamento.

C’è da domandarsi a quale incantesimo il popolo italiano sia esposto, perchè tolleranza, intolleranza, stupidità, omofobia sono solo termini per descrivere degli idioti lontani anni luce da qualsiasi forma evolutiva.
Manifestazioni, fiaccolate, iniziative, tutto ciò che viene proposto risulta inutile davanti ad una società non ricettiva.
Il condizionamento mentale ha vinto sulla logica ed è un condizionamento di tipo teocratico, gestito fino dall’infazia dalla Chiesa Cattolica che continua a proporre immagini di famiglie tradizionali alla “mulino bianco”, famiglie che esistono solo nell’utopia. Indottrinamento religioso e fascista, anticostituzionale che si beffa dei principi di uguaglianza costringendo il “non tradizionale” a nascondersi e vergognarsi.
Onestamente sarebbe più utile spiegare nelle scuole che esistono diversi tipi d’amore, diversi tipi di famiglia, piuttosto che sprecare ore per un indottrinamento religioso omofobico e maschilista basato sul nulla storico.

Perchè questa non sia una morte inutile, per dare di nuovo la vita a questo ragazzino, bisogna consentirgli di esistere e con la massima dignità.
Servono leggi laiche, leggi che puniscano severamente ogni forma di discriminazione sia in ambito politico che religioso, sia nel sociale che nel privato.
Allora chi governa, forse, avrà fatto qualcosa di giusto e di condivisibile.

Marco Dimitri

1014469_10152154381491713_1173265917746321432_n

Cari giornalisti italiani, che più passano gli anni e più mi sembra che abbiate sbagliato mestiere, vi pregherei di non scrivere che gli adolescenti si suicidano “perchè gay”, visto che nessuno si è mai suicidato perchè è gay. I ragazzini gay si suicidano perchè sono circondati dalla stupidità, dall’ignoranza, dai pregiudizi e dalla mancanza di esempi incoraggianti… Quindi abbiate la decenza di scrivere le cose come stanno, perchè altrimenti fate sembrare che “essere gay” è una cosa che di per sè può portare al suicidio…

Ah! E ogni tanto fatemi il favore di scrivere che essere adolescenti e gay può essere anche una cosa bella… Così magari contribuirete ad evitare suicidi future…..by:wendy
Grazie.

HAI FACEBOOK?
FAI GIRARE / CONDIVIDI
Tieni il mouse fermo su
SEBASTIANO GRASSO

 

[ezcc]

Detective presso Computer Crime Research Center. Investigazioni Roma. Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Seminario Analisi del Crimine Violento Università di Roma

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia una recensione

Per commentare puoi anche connetterti tramite:




avatar
  Iscriviti  
Notificami

Comunicati BdS

Le teorie del complotto? Non si fermano nemmeno davanti ai bambini. La foto è reale

Ogni strage, ogni incidente, tutto ciò che viene presentato in un contesto, vuoi politico, vuoi religioso, viene recepito da una forma di stupidità popolare come un complotto.

Pubblicato

il

Ci risiamo, ennesima strage, ennesima teoria del complotto che non risparmia nemmeno i bambini.  Ora le morti in mare sarebbero tutte finte, i cadaveri? Dei manichini.  A che pro? La gente crede di essere così importante tanto che i governi sono disposti a tutto per loro, pure a simulare la realtà con attori, manichini,  tutto in segreto ma, sbadati… dimenticando le foto che provano un complotto?

Questa foto sta diventando virale,  è impressionante come l’ingenuità popolare arrivi a credere a cose impossibili. Del resto, ricordiamolo, anche per la strage di Nizza iniziarono a girare foto con grandi scritte gialle in cui veniva affermato che tutte le vittime fossero manichini, il camion fosse guidato dalla CIA ed altre cazzate che solo una mente con bisogno d’aiuto può credere.

La prima foto è chiaramente  ritagliata ed incollata, i fari non illuminano i due soccorritori, anzi i due soccorritori verrebbero ripresi in controluce. Inoltre tutti sanno che per i vari fotomontaggi lo sfondo deve essere verde, un colore che viene poi rimosso  in fase di montaggio e sostituito con uno sfondo.

La seconda foto purtroppo è reale

Da notare l’errore di ritaglio della gamba del soccorritore di destra, la mancanza di illuminazione sui  tre soggetti.

Ed ora, per sanare ogni dubbio vi mostriamo il video del soccorso in mare. Il video non è adatto a persone impressionabili.

 

La posizione innaturale del piccolo cadavere è dovuta al rigor mortis, un cadavere diventa rigido  come il marmo mantenendo l’ultima posizione.

In ultimo cosa sarebbe stato secondo i complottisti, un’azione della sinistra per riversare la colpa sul Ministro degli Interni Matteo Salvini quando il naufragio è avvenuto in acque libiche?

 
  

Licenza Creative Commons

Help Chat 
Continua a leggere

Comunicati BdS

Solidarietà al Prof. Roberto Burioni

Non solo il Ministro degli Interni Si comporta da Ministro della Sanità, ora scende in campo anche il Codacons che chiede addirittura la radiazione dall’Albo

Pubblicato

il

Le dichiarazioni offensive e non costruttive sarebbero queste? “No, Ministro Salvini dieci vaccini non sono inutili e tantomeno dannosi. Sono gli stessi vaccini che vengono usati con identici tempi e identici modi in tutto il mondo. Sono i dieci vaccini che hanno salvato e salvano, in tutta sicurezza, milioni di vite“.

“Ministro Salvini lei ha detto una cosa non rispondente al vero, perché quelli che riporto io sono fatti, suffragati da dati scientifici solidissimi. Quella che ha detto è una bugia, una bugia pericolosissima. E che a dirla sia chi ha la responsabilità della sicurezza del mio paese è una cosa che mi preoccupa molto“.

Adesso i risultati scientifici pubblicati devono essere opinioni di confronto tra parti? Perchè leggo nell’atto di accusa “… contrarie ad ogni confronto costruttivo con le famiglie su un tema delicato come le vaccinazioni“. Nonostante il Prof. Burioni abbia scritto interi libri ed interi articoli cercando di semplificare il più possibile il tema vaccinazioni rendendolo comprensibile con degli esempi logici a tutte le famiglie, il Codacons nell’atto non cita l’immenso lavoro svolto dal Prof. Roberto Burioni, anzi, si spinge oltre  facendo capire che i traguardi scientifici devono essere opinabili e soggetti al dialogo con le famiglie.  Immaginate se fosse un cardiochirurgo, dovrebbe chiedere “Cari parenti e cara famiglia del malato sotto anestesia, secondo voi è meglio che incida qua oppure qua? Che faccio tampono?” Una simile stupidaggine può essere partorita solo dal Codacons. Altra cosa, vi ricordate di quante famiglie scesero in piazza per sostenere il Metodo Stamina? . Ad ognuno il proprio ruolo.

Se la strategia politica del Ministro dell’Interno Matteo Salvini consta  nell’uso dell’ignoranza popolare e della psicosi contro i vaccini (nata da una famosa bufala) per  prendere più voti a spese della salute pubblica, direi proprio  che non c’è nulla  che egli possa lamentare, specialmente quando un immunologo  lo ammonisce.  Del resto Salvini non è un medico, Burioni si.

 
  

Licenza Creative Commons

Help Chat 
Continua a leggere

Comunicati BdS

Crociere e Crociate

Sembra di assistere ad una guerra religiosa, cattolici vs. islamici

Pubblicato

il

Quello che non mi convince di questo “governo del cambiamento” è che tutti i ministri che lo compongono sono dei fondamentalisti cattolici, non c’è nulla nel piano politico, in questo caso un contratto tra Lega  e M5S, a garanzia della laicità. I vari tentativi visti finora sono volti ad arginare l’Islam organizzando  la chiusura di moschee, impedendo sbarchi di ogni tipo tramite la chiusura dei porti. Ma di questo nessuno fa cenno. Perchè non chiedere la completa laicità invece di mantenere due monoteismi che hanno la PRETESA di gestire la nostra vita, le nostre famiglie, la nostra ricerca scientifica?

Siamo nel 2018 ed ancora si mira a costituire famiglie di stampo tradizionale dove la donna non può e non deve abortire, anzi… L’invito a sfornare più figli. Una catena di montaggio che solo delle menti inebriate dal fumo dell’incenso possono ipotizzare o arrivare ad imporre.

Gli altri tipi di amore, l’omogenitorialità, le famiglie arcobaleno, vengono viste ed etichettate come “schifezze” da  uno che oggi ricopre la carica di ministro della famiglia.

Nonostante le promesse che le idee personali non appartengano al contratto di governo, bisogna  pensare al tipo di cervello che andrà a gestire un operato molto delicato.

Non vedo cosa ci sia di nuovo, più che altro  se c’è un cambiamento è una regressione a 360°.

Addirittura un ministro alla salute che trova  inutile l’obbligo alle vaccinazioni.

La vicenda Aquarius

Un’ipocrita guerra in cui le propagande politiche  hanno  strumentalizzando “poveri bimbi e mamme incinta abbandonati in mare”. In realtà nessuno è stato abbandonato, la nave Aquarius è una nave di ricerca e soccorso, venne classificata dalla Germanischer Lloyd come classe di rompighiaccio E2 ed utilizzata principalmente nel Mare del Nord centrale e nell’Atlantico settentrionale. Grazie alla sua progettazione, la nave è eccezionalmente idonea alla navigazione anche in condizioni di tempo avverso. Inoltre l’Aquarius è scortata da cinque navi della Marina, ha medici a bordo, ha cibo ed acqua.  Matteo Salvini poteva però risparmiare la triste frase che i migranti satanno facendo una crociera.

Vero non possiamo essere l’unico paese ad accogliere clandestini, migranti, richiedenti asilo.

Abbiamo fatto molto in passato ed è giusto che l’Unione Europea contribuisca.

Questo almeno per quanto riguarda i rifugiati, ovvero i richiedenti asilo a cui è stata riconosciuta la condizione di rifugiato.

Questo ha tirato fuori il meglio del sadismo italiano dove tutti gli immigrati vengono visti come delinquenti, notizie fake, anche pesanti, “Un nigeriano ha stuprato una bimba di 12 anni” , “Un immigrato ha pestato a sangue un poliziotto…”, notizie false che il popolo del web non controlla ma si limita a condividere alimentando l’odio razziale.

Papa Francesco che ha sempre da blaterare su tutto, in questi ultimi giorni  non ha detto nulla, sui porti chiusi il silenzio vaticano.

Sarà inevitabile la guerra santa?

Intanto la laicità viene aggredita, i crocifissi piantati di forza negli uffici pubblici, nelle scuole. Anche questo è un abuso.

Terrorismo

Per quello che riguarda l’ISIS, la propaganda utilizza la Rete Internet come metodo di reclutaggio di pazzi ed affini, spesso lupi solitari che adempiono alla propaganda e si dichiarano soldati. L’abbiamo visto con Anonymous alla chiusura di quasi un migliaio di account Twitter dell’Isis.

Comunque … Non sono mai stati privilegiati gli italiani “prima gli italiani…” ma dove, siamo in teocrazia!

 
  

Licenza Creative Commons

Help Chat 

 

Continua a leggere

Newsletter

Comunicati BdS

Commenti più votati

  • 9 February 2018 by Giovanni Darko

  • 1 March 2018 by Graziella Di Gasparro

2

Tesla nello Spazio, smontiamo le obiezioni dei terrapiattisti

c’è bisogno di dare retta ai dementibiblici?
  • 20 February 2018 by

2

Tesla nello Spazio, smontiamo le obiezioni dei terrapiattisti

Sul serio c’è gente che pensa che la terra sia ...
  • 17 February 2018 by Simona Masini

2

I nanorobot sono in grado di distruggere ogni tipo di tumore

Trovi qualcosa qua : https://www.bambinidisatana.com/arrivo-la-pillola-inverte-linvecchiamento/
  • 14 February 2018 by Bambini di Satana

I più letti

Loading...