diritti

  • “Nessuno può condannarvi a vivere”

    “Nessuno può condannarvi a vivere”. Con queste parole di Beppino Englaro si è concluso l’incontro con Mina Welby e Beppino Englaro, moderato dalla giornalista Simona Maggiorelli, organizzato ieri venerdì 6 ottobre dall’Uaar nell’ambito del Festival Laico Umanista in corso a Senigallia. Mina Welby, raggiunta in questi giorni dalla notizia della...
  • Le processioni “fantasy” contro i pride

    Ha preso il via da qualche settimana la stagione dei pride. Un lungo periodo in cui a livello globale si svolgono manifestazioni a sostegno dei diritti e delle cause Lgbt. Anche nel nostro paese, dove è in vigore da circa un anno la legge sulle unioni civili e dove...
  • Popolo di navigatori, di santi e di obiettori

    L’aborto è un diritto. Dal 1978, nonostante il referendum del 1981 e nonostante i continui tentativi di affossare, se non in parlamento nella pratica, la legge 194 che lo riconosce, disciplina e regolamenta. Tentativi che vanno a segno, tanto da rendere impossibile in moltissimi nosocomi e addirittura in intere...
  • Cinque milioni di uomini ogni anno sono vittime delle violenze femminili

    Senza nulla togliere alla gravità della violenza maschile sulle donne, credo sia giunto il momento di coniare un nuovo termine anche per il fenomeno opposto: maschicidio. Perché anche il maschio può essere vittima della violenza femminile. Di certo lo è dell’informazione unidirezionale e di una cultura dominante che procede...
  • Due papà benvenuti

    Nell’overload di notizie sul “fine-vita” che in queste ore si susseguono aprendo finalmente un degno confronto sul tema, rischiava di essere trascurata la notizia giunta da Trento relativa a un altro importante capitolo sui diritti civili delle famiglie omogenitoriali. In un’ordinanza che fa storia, la Corte d’Appello trentina ha...
  • Non c’è obiezione di coscienza che tenga

    L’obiezione di coscienza fu introdotta nel 1978 con la legge 194. A quel tempo aveva un senso: salvaguardare i diritti acquisiti di chi era stato assunto per fare un certo lavoro, e non voleva farne un altro che eticamente non condivideva. Ma molti medici obiettori sono stati assunti dopo...
  • PADOVA, RAGAZZINO DIFETTOSO, TROPPO EFFEMMINATO, DA RIPROGRAMMARE

    La recente notizia di un ragazzino tolto alla madre perchè troppo effemminato sta inorridendo un po’ tutti. La decisione è stata presa dal Tribunale dei Minori dopo una relazione dei servizi sociali. La sana impronta cattolica che ci unisce attorno alle tavolate tra tagliatelle e sangiovese è minacciata da...
  • Donazione di organi, il silenzio-assenso diventa legge in Francia

    Dal primo gennaio in Francia è entrata in vigore una nuova normativa in materia delle donazioni di organi: tutte le persone possono diventare donatori, dopo la loro morte, a meno che non abbiano espresso il proprio rifiuto su un apposito registro. La nuova legge, in questo modo, permetterà di...
  • LGBT: aggiornamento in corso… da 30 anni

    Nelle laicissime barricate dove ancora si lotta per ottenere il riconoscimento di tutte le istanze LGBT, evitando di rilassarsi dopo l’approvazione della (depotenziata) legge sulle unioni civili a maggio di quest’anno, in questi giorni si sono registrate un paio di piccole novità pressoché trascurate dai media in sovreccitazione per...